Archivi Blog

Prontacasa rinnova il mercato immobiliare: vendite più rapide per gli agenti

Srdjan PerkicLa presentazione di un immobile in un mercato altamente competitivo come quello attuale è sempre più importante. per questo abbiamo incontrato Prontacasa.it che è la prima e principale realtà italiana nella realizzazione di planimetrie e render 3D destinati al settore immobiliare. I servizi hanno costi accessibili e le tempistiche sono ideali per aiutare gli agenti immobiliari vendite più rapide e redditizie.

Ecco cosa è venuto fuori dalla chiacchierata con il fondatore di Prontacasa.it, Srdjan Perkic.

Srdjan, in questi anni hai analizzato il mercato immobiliare. Perché pensi che gli strumenti che offrite siano fondamentali per gli agenti immobiliari?

Il mercato immobiliare italiano risente di una forte crisi determinata da un lato dalle contingenze economiche generali e dalle ricadute che queste hanno su un mercato che ha avuto una forte espansione in anni passati. D’altro canto, però, bisogna riconoscere come gli agenti immobiliari italiani non abbiano finora saputo adeguarsi alle richieste di un mercato più esigente con strumenti che mirino a vendere più facilmente gli immobili.

Se andato subito al dunque! Come si fa a vendere più velocemente gli immobili?

Per esempio, i più recenti studi dimostrano che oltre l’85% di chi cerca casa ritiene essenziali le planimetrie. Quanto si sono interrogati gli agenti immobiliari italiani su questo punto? Quanti hanno iniziato a promuovere la vendita tramite l’uso di planimetrie o altri strumenti più evoluti per dare un servizio mirato a clienti più esigenti? Prontacasa nasce proprio per rispondere a queste evoluzioni del mercato e per fornire agli agenti strumenti all’avanguardia.

Che risultati garantisce questo tipo di approccio?

Sarebbe meglio chiederlo non a me, ma alle oltre 1000 agenzie italiane che si sono rivolte a noi. Ci hanno rivelato di aver ottenuto una visibilità dei propri annunci 4 volte superiore e, fatto non trascurabile, di aver ottenuto il 30% di acquisizioni in esclusiva in più per i propri immobili. Questi sono fatti. E sono fatti che cambiano in modo netto l’operatività lavorativa di qualsiasi agente.

In realtà tu hai parlato di planimetrie, ma Prontacasa anche molti altri strumenti.

Certamente. Offriamo strumenti diversi perché vogliamo rispondere a esigenze diverse, tutte tarate sul mercato immobiliare. Prontacasa offre diverse soluzioni di planimetrie, ma anche render 3D di interni ed esterni o il 3D home staging che permette di rinnovare o riarredare un immobile digitalmente partendo da una semplice fotografia.

Immobili rinnovati o ricostruiti in digitale. Cosa ti ha spinto a sviluppare una gamma di servizi 3D per gli agenti immobiliari?

Troppo spesso gli annunci immobiliari propongono fotografie di ambienti potenzialmente promettenti, ma sacrificati a causa di un arredamento sbagliato, di interni vecchi o addirittura fatiscenti.

Come può allora il potenziale cliente capire tutte le potenzialità che questo immobile potrebbe offrire e decidersi all’acquisto? Quanti sono i clienti che riescono autonomamente a fare questo passaggio, rendendosi conto in autonomia di tutte le possibilità di una casa o di un appartamento quanto questo non viene presentato nel modo migliore?

L’agente immobiliare dovrebbe cambiare il modo di approcciarsi dei suoi clienti?

Certamente no. Non possono essere i clienti dell’agente a cambiare il modo di approcciarsi e di vedere un immobile, non è il loro lavoro e non gli si può chiedere di farlo. Devono invece essere gli agenti immobiliari e i costruttori a proporre i propri immobili nel modo più opportuno, aiutando i clienti a capire in modo immediato tutte le potenzialità di un immobile, indipendentemente dalle condizioni in cui questo versa.

Qual è quindi la soluzione per permettere ai clienti di capire veramente un immobile?

Che un immobile sia al grezzo, che abbia ancora all’interno l’arredo del bisnonno o mobili troppo vincolanti e particolari, io devo permettere al mio cliente di figurarsi già la sua casa dei sogni mettendo in risalto tutti i vantaggi e le potenzialità che questo immobile ha. Prontacasa offre a questo scopo strumenti specifici come il render 3D o il 3D home staging.

E cosa offrono in particolare il render 3D e il 3D home staging Prontacasa?

Noi offriamo realismo degli oggetti, profondità degli spazi, perfetta definizione della luce e, nel caso del 3D, estrema attenzione all’ambiente esterno. Il risultato è una definizione fotorealistica dei dettagli: il cliente non avrà difficoltà ad immaginare la sua casa e non vedrà l’ora di entrarci.

Ringraziando Srdjan per aver condiviso con noi queste sue idee utili a velocizzare i processi immobiliari, colgo l’occasione per ricordarvi il suo webinar gratuito del 29 aprile, durante il quale offrirà spunti e suggerimenti agli agenti immobiliari.

Clicca qui per iscriverti al webinar

A.R.

Matteo Rizzo docente del webinar “Come ampliare il tuo mercato con le aste giudiziarie”

“Come ampliare il tuo mercato con le aste giudiziarie” è il titolo del webinar gratuito che terrò il 13 marzo alle 14:30 dalla piattaforma di Webinarimmobiliare.com, sito che organizza webinar dai contenuti diversi ma dedicati esclusivamente al settore immobiliare.

Il webinar sarà tenuto in diretta streaming e chiunque si iscriverà potrà assistere alla lezione stando comodamente seduto davanti ad un pc.

Inoltre, i partecipanti potranno interagire con me grazie alla chat interattiva, disponibile nel pannello del seminario on line. Per assistervi è infatti necessario disporre solo di sue semplici cose: un collegamento internet ed un sistema di altoparlante o di un paio di cuffie con microfono.

Il seminario si rivolge agli addetti ai lavori e durante l’incontro virtuale affronterò temi cruciali per imparare a fare investimenti ed acquisti tramite le aste giudiziarie. Gli argomenti che affronterò possono essere riassunti così:

  • Perché oggi risulta fondamentale ampliare il tuo mercato con le aste giudiziarie
  • Aste giudiziarie e pignoramenti: è nato un nuovo mercato immobiliare
  • I passaggi legali che precedono una vendita all’asta
  • Come guadagnare € 20.000 mediando la vendita di un immobile pignorato
  • Le aste giudiziarie
  • I primi passi per diventare un professionista delle aste giudiziarie
  • Un esempio reale di acquisto alle aste giudiziarie

Quello della aste giudiziarie è un tema caldo nel mondo immobiliare. Sempre più immobili finiscono all’asta, a causa dell’aumento dei pignoramenti ai privati o delle procedure fallimentari delle imprese che non sopravvivono alla crisi.

Le aste giudiziarie sono infatti uno strumento per attuare la vendita forzata di un bene. La legge prevede che, se un privato o una società sono gravati da debiti insoluti, i loro beni possano essere oggetto di vendita forzata.

Viene così permesso ai creditori di assicurarsi il soddisfacimento del loro avere, e all’acquirente di ottenere i diritti sul bene che spettavano a colui che ha subito l’espropriazione.

Nonostante oggi ci troviamo di fronte ad un aumento degli immobili disponibili, molte aste vanno deserte. Questo è dovuto all’impreparazione degli addetti ai lavori, che di fatto si trovano a lavorare in un mondo sconosciuto ai più.

Matteo Rizzo

Effettivamente fino a poco tempo fa il mercato delle aste, pur essendo sempre stato teoricamente accessibile a chiunque, era abbastanza serrato, poiché era davvero complicato avere informazioni trasparenti sugli edifici. Ora non è più così, c’è maggiore trasparenza ed è possibile effettuare le visite agli immobili e consultare le perizie con facilità.

Per questo gli agenti immobiliari devono cogliere queste nuove occasioni ed ampliare il proprio mercato con le aste giudiziarie.

Lavorando in questo ambito, è infatti possibile guadagnare fino a 20.000 euro semplicemente facendo da mediatore per la vendita di un immobile pignorato.

Quindi, cari colleghi, se non volete perdere un’importante occasione di confronto e di approfondimento, partecipate al mio webinar “Come ampliare il tuo mercato con le aste giudiziarie”.

Per le iscrizioni cliccate qui:

http://www.webinarimmobiliare.com/webinar/scheda-webinar.php?id_webinar=45#Come+ampliare+il+tuo+mercato+con+le+aste+giudiziarie

Vi aspetto numerosi!!

Matteo Rizzo

Vuoi diventare un ottimo agente immobiliare? Non fare l’agente immobiliare

547781_10202446820721284_659107602_nChi vive l’attività intensamente, non ha bisogno di farsi dare spiegazioni su STRESS, PROBLEM SOLVING CONTINUO, CLIENTI SCORRETTI, e RITMI DA PAZZI. L’assorbimento e’ totale lo so, e so anche che se stai lavorando a ritmi folli, nel breve il risultato arriverà, matematico. Ma, forse, adesso e’ necessario investire tempo e risorse puntando al medio-lungo periodo e non solo al breve.
Prova UN giorno alla settimana a NON fare l’ agente immobiliare.Tutti gli operatori immobiliare ben organizzati, modellano tra fine anno e inizio anno i loro Obiettivi per l’anno successivo.

1. Numero di vendite

2. Numero di immobili in Portfolio

3. Fatturato.

Questi sono definiti OBIETTIVI QUANTITATIVI.

Quello che invece non viene mai prefissato dall’agente immobiliare sono gli OBIETTIVI QUALITATIVI.

Con obiettivi qualitativi intendo:

Personal Branding ( promuoversi personalmente come professionista)

Accrescimento Conoscitivo ( frequentazione e interazione all’interno di Top Blog e gruppi riguardanti il mondo Immobiliare magari su Linkedin)

Accrescimento Formativo  (webinar o corsi che NON riguardino esclusivamente vendita e acquisizione immobiliare, ma magari Web Strategy o Corsi su come proporsi personalmente sul Web)

Creare Sinergie ( studiare progetti con colleghi in gamba in giro per l’Italia, che si allineano con il tuo pensiero di sviluppo e/o che ti hanno aiutato nell’aprire la mente su temi innovativi in cui credi)

Il target futuro, i nostri futuri clienti inevitabilmente masticheranno  web. Conosco già proprietari che, prima di decidere se affidare un immobile o no a qualcuno, scrutano le notizie e le recensioni e dell’agente immobiliare su Google e sui Social Network: bisogna esserci e bisogna dedicargli tempo.

Come dargli torto…? Se penso agli ultimi 12 mesi, le persone illuminanti che ho conosciuto grazie al web (che poi sono diventate anche amici), le sinergie che stiamo cercando di mettere insieme, beh… ogni giorno a rotazione ti viene dato lo sprint necessario per cercare di provare a realizzare qualcosa di innovativo.

Quest’anno ho viaggiato talmente tanto per conoscere colleghi che mi e’ venuta la faccia a Punta come il Freccia Rossa, ma la cosa bella è che non mi è pesato per nulla.

Ripenso invece ai 14 anni precedenti di riunioni settimanali fatte nella mia città , a discutere per ore e ore delle solite cose… e mi darei dei pugni in testa.

Se penso alla mia azienda ideale, la definirei Co-Minds (Compagnia di Menti), un gruppo di professionisti dislocati per l’Italia, che si sono precedentemente Conosciuti, Piaciuti e soprattutto Scelti reciprocamente e che non si sono visti Imposti l’un l’altro, che si incastrano come un puzzle nelle varie competenze, che traggono da questa unione vantaggi reciproci, scambiandosi opinioni, errori, successi, idee innovative, proposte e, per finire che non fa mai male, fanno gruppo d’acquisto.

Puntare sugli Obiettivi Qualitativi, significa saltare giù dalla ruota un giorno alla settimana per un investimento personale e non aziendale di medio/lungo periodo.

Sei disposto a farlo?

Simone Rossi

Simone Rossi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: