Archivi Blog

Pirelli RE: cambio denominazione in Prelios

PIRELLI & C. REAL ESTATE SPA ASSUME IL NUOVO NOME “PRELIOS SPA” , IN SEGUITO AL PERFEZIONAMENTO DELLA SEPARAZIONE DA PIRELLI & C

BORSA ITALIANA: DAL 25 OTTOBRE CAMBIA LA DENOMINAZIONE A LISTINO

UNO DEI PRINCIPALI GESTORI IMMOBILIARI IN ITALIA E A LIVELLO EUROPEO, CON UN
PATRIMONIO GESTITO DI CIRCA 15,6 MILIARDI DI EURO

Pirelli & C. Real Estate S.p.A. annuncia la modifica della denominazione sociale in “Prelios S.p.A.” per effetto del perfezionamento della separazione da Pirelli & C. (si rimanda al relativo comunicato stampa di Pirelli & C. diffuso in data odierna).

Borsa Italiana modificherà, conseguentemente, la denominazione della Società sul listino a partire dal prossimo 25 ottobre 2010.

Con Prelios – che sancisce il riposizionamento della società avviato con il piano industriale volto alla creazione di una “pure asset management company” – si posiziona sul mercato, in Italia e a livello europeo, uno dei principali gestori immobiliari con circa 15,6 miliardi di euro di patrimonio gestito, attraverso un modello distintivo basato sull’integrazione dei servizi specialistici funzionali alla gestione e alla valorizzazione dei portafogli immobiliari. Il Gruppo, attraverso la controllata Prelios SGR (come verrà ridenominata contestualmente Pirelli RE SGR) è anche leader nel mercato italiano del fund management con circa 6 miliardi di euro gestiti principalmente attraverso 21 fondi immobiliari.

Il nuovo brand
La nuova denominazione “Prelios S.p.A.” era stata approvata dall’Assemblea degli Azionisti lo scorso 15 luglio 2010. Il nome unisce le prime lettere di “premium” con la parola “helios”, termine greco che designa il sole. Il nuovo brand Prelios è costituito da un lettering – sviluppato specificamente per Prelios con l’intento di comunicare solidità e dinamismo – abbinato al simbolo stilizzato di una “scintilla”, posta significativamente a esponente. Nel suo insieme il brand Prelios, semplice ed efficace, sottolinea come la Società nata da Pirelli RE ne raccolga e ne rilanci l’eredità verso il futuro, nel segno dell’eccellenza e dell’integrazione delle competenze che sono da sempre alla base della sua capacità di creare valore nel tempo.

La conseguente attività di re-branding rappresenta un’opportunità per affermare e consolidare il posizionamento del nuovo marchio – interamente focalizzato nel settore real estate – allineandolo al nuovo modello incentrato sulla gestione immobiliare.

Fonte: PirelliRe.com

http://www.pirellire.com/Press/Press_Release_detail.asp?IDNews=6091&titleGroup=News&Group=2

Leggi anche

Pirelli RE: cambio denominazione in Prelios

Quali prospettive per il comparto immobiliare?

La gomma si separa dal mattone Pirelli Re diventa Prelios

Pirelli: assemblea approva scorporo immobiliare

La nuova Pirelli Re si chiamerà Prelios


La gomma si separa dal mattone Pirelli Re diventa Prelios

MILANO – Divorzio “rato e consumato”. Come era stato annunciato ormai da mesi, l’assemblea di Pirelli ha sancito la separazione delle attività immobiliari di Pirelli Re, che “sta sul mercato sulle proprie gambe” come ha sottolineato il presidente di Pirelli, Marco Tronchetti Provera, e con il suo azionariato “sarà pronta a recuperare quei valori persi durante la crisi”. Per intanto la società immobiliare ha cambiato nome, in Prelios. I soci dell’immobiliare hanno inoltre dato la delega al cda per aumentare il capitale sociale a pagamento fino a un importo massimo del 10% dell’attuale capitale. Come annunciato a maggio, l’aumento in questione sarà di 20 milioni e sarà riservato a Mediobanca e Unicredit, che lo sottoscriveranno pariteticamente.

Prima però avverrà lo scorporo da Pirelli & c. votato oggi, che porterà ad una mappa dell’azionariato che vede il presidente del gruppo, Marco Tronchetti Provera, detenere il 14,81% di Pirelli Re, in proprio e attraverso Camfin; Generali al 3,1%, Edizione al 2,7%, Mediobanca al 2,61%, Allianz al 2,55% e Premafin il 2,53%.

Lo scorporo è avvenuto per gli azionisti (ordinari e di risparmio) Pirelli con l’assegnazione proporzionale di circa 487 milioni di azioni Pirelli Re possedute dalla società e contestuale riduzione del capitale sociale Pirelli per 178,8 milioni. Tale ammontare corrisponde al valore della partecipazione in Pirelli Re al prezzo ufficiale della seduta borsistica di ieri. L’assemblea

della holding ha inoltre deliberato l’eliminazione del valore nominale delle azioni e il raggruppamento delle ordinarie e delle risparmio in rapporto di 1 nuova azione ogni 11 della stessa categoria possedute.

“Ci auguriamo che questa operazione ottenga lo scopo di valorizzare meglio il titolo”, ha commentato Tronchetti Provera, sottolineando la ritrovata natura industriale di Pirelli. L’amministratore delegato ha anche annunciato per novembre un piano industriale “che guarderà oltre i 3 anni: un piano a 3 anni con visibilità anche ai 5 anni per immaginare la Pirelli del futuro”. Poco mossi oggi i due titoli in Borsa: meno 0,72% Pirelli, più 0,68% Pirelli Re.

Fonte: Repubblica.it

http://www.repubblica.it/rubriche/il-caso-del-giorno/2010/07/15/news/la_gomma_si_separa_dal_mattone_pirelli_re_diventa_prelios-5612626/

Pirelli: assemblea approva scorporo immobiliare

(AGI) – Milano, 15 lug. – L’assemblea straordinaria di Pirelli e C. ha approvato la separazione di Pirelli Re dalla capogruppo. Via libera anche al raggruppamento delle azioni, ordinarie e di risparmio, nell’ordine di 1 nuova azione ogni 11 della medesima categoria possedute; il raggruppamento sara’ reso effettivo “presumibilmente lunedi’ 26 luglio – si legge in una nota – o, qualora i tempi tecnici lo rendessero necessario, il successivo lunedi’ 2 agosto”. Approvata anche la riduzione del capitale sociale per un importo pari a circa 179 milioni di euro, corrispondente al valore della partecipazione in Pirelli Re. “Abbiamo mantenuto quello che avevamo promesso al mercato – ha commentato il presidente del gruppo della Bicocca, Marco Tronchetti Provera, al termine dell’assemblea – riusciamo entro l’anno a fare la separazione tra la parte industriale e quella immobiliare. E’ un segnale molto forte e importante per il mercato, che vede Pirelli tornare alla sua natura prettamente industriale e Pirelli Re stare sul mercato sulle sue gambe, con un suo azionariato e pronta a recuperare quei valori che durante la crisi l’hanno portata a grandi sofferenze”. Nel pomeriggio e’ convocata l’assemblea di Pirelli Re, in sede ordinaria e straordinaria. (AGI) Cli/Car

Fonte: Industriale-Oggi.it

http://www.industriale-oggi.it/archives/00027834.html

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: