Archivi Blog

Notizie d’agenzia Novembre 2010 / 2

Immobili: Agenzia Territorio, gia’ erogati 30mld mutui, 2010 oltre 2009

Forte aumento dei mutui per l’acquisto di abitazioni nel 2010. Lo stima l’Agenzia del Territorio in un’anticipazione dei dati annuali elaborati dall’Osservatorio del mercato immobiliare. Da gennaio allo scorso 20 novembre, osserva il direttore dell’Osservatorio Gianni Guerrieri nel corso di un intervento alla convention Abi ‘credito al credito’, sono stati erogati oltre 30 miliardi di mutui per l’acquisto di immobili residenziali contro i 31,4 miliardi dell’intero 2009. Considerando il tradizionale picco di stipule della fine dell’anno, spiega Guerrieri, il dato di consuntivo sara’ nettamente superiore rispetto a quello dell’anno precedente. Dai dati dell’Agenzia del Territorio emerge inoltre un effetto tassi sull’incremento del ricorso ai mutui per l’acquisto delle abitazioni. Il tasso medio quest’anno scende al 2,68% (il dato e’ relativo solo alla prima rata indicata nell’ipoteca e non distingue tra mutui a tasso fisso e variabile) contro un tasso medio superiore al 2,7% nel 2009. La durata media dei mutui sale a 23,19 anni (22,9 anni nel 2009) e il capitale unitario (rapporto tra il totale erogato e il numero di abitazioni ipotecate acquistate) cresce a 138mila euro da 129mila euro medi nel 2009. Le compravendite con ipoteca, a quota 217.452, osserva Guerrieri fanno stimare che il 2010 chiudera’ sugli stessi livelli dello scorso anno.

Fonte: IlSole24Ore.com

http://archivio-radiocor.ilsole24ore.com/articolo-873685/immobili-agenzia-territorio-gia/

Immobiliare, ripresa solo dal 2012

Ripresa per il settore, ma solo dal 2012. La caduta dei prezzi degli immobili si è arrestata anche se i valori mostrano ancora una variazione leggermente negativa nell’ultima parte dell’anno.

È quanto emerge dal III rapporto immobiliare 2010 presentato da Nomisma. I prezzi sono scesi dello 0,6% sul semestre per abitazioni ed uffici e dello 0,7% per i negozi. Su base annua, quindi, i valori di compravendita si sono abbassati di circa un punto e mezzo, ad eccezione dei capannoni che flettono del 3%. Nel corso del 2010 comunque la riduzione dei valori sarà la metà rispetto a quella riscontrata nel 2009. Le condizioni indicano una leggera ripresa dei prezzi delle case nel 2011, con un +0,2% nel primo semestre e un +0,6% nel secondo semestre, tuttavia Nomisma fa notare che «i prezzi dovrebbero rimanere pressochè sugli attuali livelli nel corso dei prossimi mesi, spostando almeno al 2012 un riavvio più deciso anche in termini reali».

Fonte: BlueRating.com

http://www.bluerating.com/hedge-e-realty/186-real-estate/16265-immobiliare-ripresa-solo-dal-2012.html

Spagna: previsto balzo delle vendite di case pignorate

Le vendite di case pignorate nel 2011 potrebbero triplicare. È quanto si legge in un report della Pisos Embargados de Bancos, che si occupa di collocare gli immobili pignorati. In questo momento sul mercato, continua il rapporto, ci sono 100 mila immobili pignorati ma il numero è destinato a crescere in maniera decisamente sostenuta perchè i nuovi requisiti prevedono una rendicontazione più rapida dei cali delle quotazioni degli immobili, incoraggiando così le banche a disfarsi delle proprietà. Gli istituti spagnoli hanno impegnato 181 mld di euro in prestiti “problematici” al settore immobiliare ed a quello delle costruzioni.

Fonte: FinanzaOnLine.com

http://www.finanzaonline.com/notizie/news.php?id=%257BE5093685-A385-46C0-93EA-11C629B6971A%257D&folsession=4fca523635fc0309085e44f7edb61da3

Casa, scendono le compravendite

Agenzia Territorio: invertito trend, in terzo trimestre -2,4%

Compravendite di immobili di nuovo in calo: nel terzo trimestre del 2010 il volume e’ sceso del 2,4% rispetto allo stesso periodo del 2009, dopo due trimestri con il segno positivo. E’ quanto risulta dai dati dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia del territorio. In calo tutti i settori, dal residenziale (abitazioni) con un -2,7%, al terziario (uffici) -3%. Segnano veri e propri tonfi il commerciale (negozi) in ribasso del 10,1% e il produttivo (capannoni industriali) -16,9%.

Fonte: Ansa.it

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2010/11/23/visualizza_new.html_1697562024.html

 

Leggi anche

Notizie d’agenzia Novembre 2010 / 1

Notizie d’agenzia Ottobre 2010 / 5

Notizie d’agenzia Ottobre 2010 / 4

Notizie d’agenzia Ottobre 2010 / 3

Notizie d’agenzia Ottobre 2010 / 2

Notizie d’agenzia Ottobre 2010 / 1

 

Usa, la crisi immobiliare «proseguirà fino al 2011»

La crisi del settore immobiliare americano potrebbe protrarsi a lungo. In particolare, in almeno il 50% delle città più grandi degli Stati Uniti i prezzi delle case potrebbero continuare a scendere fino al primo trimestre del 2011, in modo inversamente proporzionale alla crescita dei tassi di disoccupazione e dei pignoramenti. A sostenerlo è uno studio della PMI Group Inc. società specializzata nell’erogazione di mutui. Trenta delle cinquanta principali aree metropolitane del Paese hanno, secondo il rapporto, il 75% di possibilità di vedere calare il prezzo del mattone. E si tratta – riferisce l’agenzia Bloomberg – di un declino che attraverserà soprattutto gli Stati più colpiti dalla crisi del settore: California, Florida, Nevada e Arizona. «Il mercato immobiliare è stato colpito soprattutto dalle scarse possibilità di acquisto dei cittadini americani e dalla spinta al ribasso provocata dalla vendite delle case pignorate, cedute a prezzi stracciati», ha spiegato in un’intervista LaVaughn Henry, economista di PMI Group. Il tasso di disoccupazione, infatti, ha raggiunto il livello record del 9,5% a giugno, con un totale di 6,5 milioni di posti di lavoro persi dal dicembre del 2007. Contemporaneamente, i pignoramenti sono cresciuti a 1,8 milioni nella prima metà dell’anno, a causa dell’impossibilità di molti americani di far fronte alle rate dei propri mutui.

Da: http://www.valori.it

http://www.valori.it/italian/finanza-globale.php?idnews=1379

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: