Archivi Blog

Commercialmente parlando

ìIn un periodo di forte cambiamento, la tentazione di “rinnegare” il proprio passato, di cambiare nome alle cose, di rimescolare le carte, e poi continuare a fare lo stesso gioco, è tanto forte quanto poco utile. Soprattutto quando si parla di lavoro.

Immaginate per un attimo se un avvocato da domani si presentasse come ‘consulente legale di parte che agisce dietro giusta procura’: quale sarebbe la differenza rispetto a continuare a definirsi semplicemente ‘avvocato’? Eppure, nel settore immobiliare è un fiorire di definizioni di quella che dovrebbe essere oggi la figura dell’agente immobiliare, e non perché l’agente immobiliare abbia “cambiato” mestiere, quanto più semplicemente perché è più cool definirsi in maniera diversa e innovativa, alle volte tanto innovativa da essere nota solo agli addetti ai lavori. Leggi il resto di questa voce

Responsabilità del notaio e del venditore in caso di mancata comunicazione dell’esistenza dell’ipoteca

Cassazione, Sez. III, 27 aprile 2010, n. 10072


Il risarcimento del danno futuro, sia in termini di danno emergente che di lucro cessante, non può compiersi in base ai medesimi criteri di certezza che presiedono alla liquidazione del danno già completamente verificatosi nel momento del giudizio, e deve avvenire secondo un criterio di rilevante probabilità; a tal fine, il rischio concreto di pregiudizio è configurabile come danno futuro ogni volta che l’effettiva diminuzione patrimoniale appaia come il naturale sviluppo di fatti concretamente accertati ed inequivocamente sintomatici di quella probabilità secondo un criterio di normalità fondato sulle circostanze del caso concreto. (Nella fattispecie i giudici della Suprema Corte hanno cassato la sentenza di merito che aveva escluso la responsabilità professionale del notaio in relazione alla compravendita di un immobile gravato da ipoteca per il quale l’istituto bancario aveva richiesto all’acquirente il pagamento della frazione di mutuo rimasta insoluta. I giudici hanno pertanto affermato la responsabilità solidale del venditore dell´immobile e del notaio verso il terzo acquirente per il danno futuro, avendo il primo nascosto, all´atto della compravendita, l´esistenza di una iscrizione ipotecaria gravante sul bene e il secondo per non aver adempiuto le previste visure).

 

Leggi anche

Sentenza Corte di Cassazione n. 18001 del 5 agosto 2010.

Diritti reali di godimento

Il diritto di superficie

Risoluzione Agenzia delle Entrate del 5.10.2010: La “prima casa” si estende ad una sola pertinenza

Capo IX – Del mandato

Usi e consuetudini commerciali

Agenti Immobiliari, il Ruolo non c’è più, però…

 

Casa, acquisto agevolato: prezzi più bassi e grande scelta

Comprare casa è più semplice che venderla. Lo rivela uno studio dell’Omi – Osservatorio per il mercato immobiliare, riportato dal Sole24Ore. Chi compra casa, prima di tutto, ha una buona scelta di soluzioni e riesce a ridurre del 13% il prezzo inizialmente fissato dal venditore.

Le cifre delle compravendite immobiliari nel 2010 sembrano essere rassicuranti: dopo anni di contrazione, il primo trimestre di quest’anno ha registrato un +4.2% e il secondo trimestre un +4.5%. Adesso bisognerà vedere come si chiuderà il 2010, ma le previsioni sulle case in vendita sembrano rassicuranti. I dati li pubblica oggi il Sole24Ore: entro fine anno potremmo arrivare a 630mila rogiti notarili, contro i 609mila del 2009.

I PREZZI – I prezzi delle case continuano a scendere, sono concordi i principali gruppi immobiliari come Gabetti, Tecnocasa e Scenari Immobiliari. Le agenzie, intervistate dal quotidiano economico finanziario, hanno stimato prezzi di vendita ridotti nel 2010. In città, comprare una casa in zona centrale costa fra il 2 e il 2.5% in meno rispetto all’anno passato.Conviene quindi comprare anziché affittare un appartamento. Ancora vantaggi per gli acquirenti, mentre chi vende casa deve aspettare una media di 150 giorni prima di trovare il compratore giusto.

I RIALZI – Nonostante il calo generale dei prezzi degli immobili in vendita,in alcune zone esclusive di grandi città, nel 2010, si spende di più per comprare. Ecco le stime dell’Omi: Roma Prati, Cerchia dei Mille a Bologna, via Maqueda a Palermo e corso Venezia a Milano sono zone più care rispetto al 2009.

IL ROGITO NOTARILE – E’ l’ultima fase della compravendita immobiliare. Con il rogito, firmato davanti ad un notaio scelto dalla parte acquirente, si trasferisce la proprietà della casa dal venditore al compratore. Il consiglio: se non si conosce un notaio di fiducia, meglio farsi fare più preventivi per sceglierecosti notaio più convenienti.

Autore: Valentina Tortelli

Fonte: VostriSoldi.it

http://www.vostrisoldi.it/articolo/casa-acquisto-agevolato-prezzi-piu-bassi-e-grande-scelta/34945/

A proposito, ma che fine ha fatto la cedolare sugli affitti?

Cresce l’offerta di case economiche

L’oro del Professor Tremonti

OMI: pubblicate le quotazioni immobiliari del primo semestre 2010

La casa si cerca via internet di notte o nelle pause di lavoro. Risparmiando un bel po’ di tempo

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: