Archivi Blog

Si parla di Home Staging

keep-calm-we-will-sell-it-Prima di tutto un mega grazie ad Andrea Russo  per la grande opportunità che mi ha offerto di poter diffondere l’Home Staging attraverso il suo seguitissimo ed apprezzatissimo Blog Immobiliare con una rubrica ad hoc.

Mi presento, sono Laura Vimercati, Consulente Immobiliare ed Home Stager professionista, operante nelle province di Milano, Monza-Brianza, Varese; sono socia-fondatrice della prima Associazione Italiana che riunisce chi svolge questa attività a livello professionale e non hobbistico.; infatti l’Associazione Professionisti Home Staging Italia è  attiva su tutto il territorio nazionale per la divulgazione della professione, senza uno scopo di lucro ma come vero punto di riferimento per tutti gli home stager professionisti, supportandoli durante iniziative e d eventi personali.

Ad esempio lo scorso novembre e dicembre abbiamo patrocinato l’evento di una nostra associata di Lugano, organizzato presso la sua Galleria d’arte affrontando il tema “l’arte contemporanea incontra il mercato immobiliare”, riscuotendo grande interesse tra gli operatori del settore. 

locandina per blog

Parlare di Home Staging è per me un piacere,  è una  grande soddisfazione poter comunicare ai colleghi e a tutti coloro che gravitano nel mondo immobiliare, le caratteristiche e le dinamiche di questa curiosa professione di cui finalmente se ne parla anche in Italia.

Fino al 2009- 2010 era  una professione pressoché sconosciuta in Italia ma nel giro di breve tempo ha iniziato ad attrarre l’interesse di molti. Nata  in  America negli anni ’70, si sviluppa successivamente anche in Europa soprattutto in Inghilterra e in Francia per approdare in Italia tra il 2008 e il 2010.

Nel 2010 nascono  i primi siti italiani dedicati all’Home Staging e, in breve tempo, fioriscono in ogni dove corsi ed iniziative per futuri home stager. Complice di questo successo è  senz’altro la  crisi del mercato immobiliare che dovendosi rinnovare per trovare nuove iniziative a supporto delle vendite, vede nell’Home Staging una reale novità da introdurre per ampliare i propri servizi.  Così come la crisi generale ha portato molte persone ad avvicinarsi a questa emergente attività con ancora tanto spazio per potersi affermare.

E’ un vero e proprio boom di workshop, corsi, conferenze cioè del business che si sta creando attorno a questa nuova professione  che  comunque  incontra ancora  difficoltà  ad  affermarsi soprattutto nei piccoli centri o nelle piccole agenzie dove persiste una mentalità chiusa e poco propensa ad affrontare con altre dinamiche la vendita o la locazione.  E’ necessario un cambiamento radicale  della visione del processo di vendita,  il mercato cambia continuamente  e richiede un costante adeguamento. L’Home Stager ha questa importantissima funzione “sociale” di comunicare, spiegare e mettere in pratica come affrontare l’evoluzione del mercato e della clientela.

Diversa è la situazione nelle città dove gli operatori sono più ricettivi ai cambiamenti e alle esigenze del mercato, le difficoltà non mancano neanche in questa realtà, ma si riesce a far comprendere meglio il nostro operato, le agenzie sono più aperte alle novità.

Nonostante in Italia ancora non esista ancora uno specifico Ruolo abilitante alla professione  di  Home Stager, l’auspicio è quello che  questa attività divenga una professione non solo conosciuta ma anche riconosciuta, praticata con deontologia e competenza per garantire autorevolezza e durata credibilità alla professione anche nel nostro Paese.

L’Home Stager non è un decoratore di interni, un agente immobiliare o un architetto. E’ una figura complessa e trasversale alle professioni appena citate, che deve possedere, oltre ad un innato gusto estetico, competenze nel settore dell’arredamento, dell’architettura competenze tecnico-artistiche,  competenze del settore  immobiliare con particolare riguardo alla commercializzazione degli immobili ed alla loro reale possibilità di essere trasferiti o locati, un’approfondita conoscenza del mercato di riferimento in termini quantitativi  e qualitativi oltre alla facilità di gestione delle principali leve di marketing senza dimenticare una buona padronanza delle normative in campo edilizio ed urbanistico.

L’Home Staging  è una vera e propria tecnica di marketing,  è un progetto  di comunicazione il cui scopo è quello di facilitare la vendita di un immobile attraverso pochi interventi mirati che, contrariamente a quello che avviene con una ristrutturazione personalizzata,  rendono l’immobile appetibile al maggior numero di potenziali clienti. Potremmo dire che è l’arte di valorizzare le proprietà immobiliari, migliorandone l’immagine, prima di immetterle sul mercato, in modo da favorirne la vendita o la locazione nel tempo più breve e al miglior prezzo. Ecco questa è la mission del CONSULENTE DI IMMAGINE IMMOBILIARE che ha un ruolo determinante nel complesso ingranaggio della messa in vendita o locazione di un immobile.

Di certo potremmo definirlo come il sistema più innovativo per vendere o affittare velocemente un immobileuna recente novità per il mercato italiano, una rivoluzione del mercato immobiliare.

Laura Vimercati

Annunci

Home Staging & more – Laura Vimercati

allandwhite Se provate a guardare su Google Adwords, la parola Home Staging negli ultimi mesi e’ stata digitata  oltre 6.000 volte, solo un anno fa eravamo a 1.400 circa.
L’interesse e’ in forte aumento attorno a questa nuova professione, a questa nuova tecnica di marketing immobiliare, di valorizzazione immobiliare, di arte per allestire una messa in scena immobiliare, e così via; definito in tanti modi ma con un unico e solo obiettivo: fare in modo che l’immobile posto in vendita o in affitto sottoposto ad un intervento di Home Staging venga venduto-affittato nel minor tempo possibile ed al miglior prezzo; questa e’ la mission  di un Home Stager professionista che, attraverso specifiche competenze, e’ in grado di trasformare anche il più anonimo appartamento in un affascinante immobile in grado di attrarre il maggior numero di potenziali acquirenti.
Ribadisco che l’obiettivo di un intervento di Home  Staging e’ quello di garantire al cliente venditore una vendita rapida al miglior prezzo, non solo una bella casa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non dimentichiamo mai che abbiamo “una sola occasione per fare una buona impressione”, unitamente al fatto che e’ statisticamente provato che il desiderio di acquisto viene formulato nei primi 90 secondi di visita,  si evince senza alcun dubbio quanto sia importante migliorare l’immagine degli immobili prima che vengano posti sul mercato, per fare in modo che l’ immobile allestito risulti il più attraente, il più cliccato, il più visitato.

Laura Vimercati

Laura Vimercati

L’Home Stager professionista deve infatti lavorare sul fattore “colpo di fulmine” , esaltando i pregi dell’immobile  che altrimenti non verrebbero notati.
Lavorare infine sull’aspetto emozionale legato all’acquisto della casa, e’ fondamentale; infatti il cliente alla ricerca della propria abitazione, magari al primo acquisto, e’ alle prese con una delle scelte più importanti della propria vita, deve quindi sentirsi accolto,  deve avvertire la sensazione di sentirsi a casa propria,  deve provare emozioni e sensazioni positive e serene entrando in quell’immobile  che già dalle fotografie lo aveva colpito tra tanti altri con caratteristiche simili.
Inoltre le regole per vendere sono oggi molto cambiate, il cliente si è’ evoluto, e’ molto preparato  ed informato, l’agente immobiliare che propone l’Home Staging ne trae vantaggi a  livello  di immagine e di acquisizione.
Ultimamente si sta iniziando a parlare anche di marketing emozionale, sensoriale ed esperienziale applicati al mondo immobiliare. Creare nell’immobile un’atmosfera di eleganza, raffinatezza, pulizia, ordine, con una gradevole essenza diffusa in ogni ambiente, sarà di grandissimo aiuto per colpire il maggior numero di potenziali acquirenti e quindi per generare visite e contatti.
Ricordiamo che l’acquirente compra quello che vede Non quello che immagina e la prima impressione, come già detto, e’ quella che conta.
L’Home Staging e’ utile per ridare valore commerciale ad immobili chiusi da tempo, abbandonati, oppure abitati ma soffocati dalla vita dei proprietari che hanno perso ogni tipo di obiettività nei confronti della propria casa; il compito di un Home Stager professionista e’ anche quello di far comprendere ai clienti venditori che la loro casa posta in vendita o in affitto diventa un prodotto in competizione con altri, facendo loro capire  l’importanza di spersonalizzarla, togliendo trofei, coppe, foto degli avi, bomboniere, accessori inutili di ogni tipo, medicinali, ecc…

Questo slideshow richiede JavaScript.

In pratica un intervento di Home Staging consiste in una serie di piccoli interventi di manutenzione, non in una ristrutturazione generale. Non vengono mai eseguiti interventi che comprendono opere murarie e rifacimenti di impianti, poiché di competenza di architetti, geometri, ingegneri professionisti.
Il nostro intervento si deve limitare ad una profonda pulizia, un ‘accurata selezione degli oggetti da tenere e da eliminare,  eseguire piccole riparazioni, migliorie, imbiancare usando toni neutri, studiare  il riposizionamento degli arredi e degli accessori presenti ed eventualmente di qualche pezzo da acquistare o da noleggiare.
La nostra filosofia e’ quella del LOW COST: acquistare  oggetti,  accessori e arredi copie di  famosi pezzi di design, sfruttare le risorse esistenti,  spostare mobili e accessori magari inutilizzati da una stanza all’altra.
Un Home Stager professionista deve creare un’atmosfera calda ,accogliente ed invitante per portare il potenziale acquirente a ricordarsi maggiormente dell’ immobile allestito rispetto ad altri.

Per concludere definirei l’Home Staging un servizio irrinunciabile per tutti coloro che vogliono dare una svolta alla propria professione di agente immobiliare  e di agenzia, inserendolo tra i vari servizi proposti.
La mia associazione – Associazione Professionisti Home Staging Italia – si sta impegnando affinche’ anche in Italia questo prezioso strumento di  marketing, diventi parte integrante della compravendita, come  avviene in America da decenni.

Laura Vimercati

Laura Vimercati

Laura VimercatiUn altro dei fenomeni che si sta diffondendo sempre più tra gli operatori immobiliari, è l’Home Staging. Questa è un’altra delle attività di consulenza offerte da tantissimi anni prima negli Stati Uniti e da lì in diversi Paesi nel Mondo, che consiste nel “presentare” l’immobile che si intende proporre in vendita nelle migliori condizioni possibili. Ci introduce a questa pratica Laura Vimercati agente immobiliare e Home Stager professionista.

d. Ciao Laura, grazie per aver accettato di parlarci di te e della tua attività. Tra i termini entrati nell’uso comune in ambito immobiliare, di certo Home Staging è tra quelli che più affascina. Cosa ti ha portato ad appassionarti a questa attività tanto innovativa quanto utile?

Provengo da una lunga esperienza professionale nel campo della decorazione di interni, che nel tempo si è trasformata in una profonda passione personale. Significative collaborazioni presso aziende di alto profilo internazionale e successivamente in proprio, mi hanno portato a sviluppare clientela sia in Italia che all’Estero, seguendo progetti di haut decoration e real estate per importanti committenti.

L’amore per tutto ciò che è “casa” mi facilità a scoprire ed appassionarmi alla professioni di home stager, che si lega armoniosamente con le mie attività legate alla decorazione di interni e al real estate.

d. Qual è il connubio tra agente immobiliare e home stager, e quanto una buona presentazione dell’immobile aiuta la vendita ?

Le due figure professionali possono, come nel mio caso, racchiudersi nella stessa persona, quindi gestisco contemporaneamente tutte le fasi di proposta, vendita e realizzazione del servizio.

I rapporti con i colleghi sono ad oggi positivi; infatti molti stanno capendo l’importanza di proporre questo strumento di marketing assolutamente propedeutico alla vendita e all’affitto.

Un immobile sottoposto ad un intervento di home staging si posiziona immediatamente tra i più cliccati sui siti immobiliari, il numero di chiamate aumente, conseguentemente le possibilità di vendita.

Non esiste ancora una statistische del mercato italiano in merito, essendo una novità introdotta ancora di recente.

Si possono riscontrare dati statistici raccolti dalla Associazione Professionisti Home Staging Italia, che  nasce nel 2012 dalla volontà di cinque soci fondatori professionisti provenienti dal mondo dell’immobiliare, dell’interior design e dell’architettura, che hanno deciso, viste le potenzialità offerte dallo stesso, di introdurre l’Home Staging nella loro attività professionale. Io sono tra i soci fondatori.

Siamo attivi su tutto il territorio nazionale con lo scopo di diventare il polo di condivisione stimolante e di riferimento per tutti i professionisti del settore, senza scopo di lucro.

d. Quali sono le diffidenze che riscontri più spesso tra i clienti e tra i colleghi agenti immobiliari?

Come dicevo, l’home staging è una novità per il nostro mercato e le difficoltà non mancano, ma l’interesse che sto riscontrando dal mondo del real estate è decisamente in aumento.

Le diffidenze sono sempre legate alla difficoltà di convincere i proprietari a stanziare una somma di denaro per migliorare l’aspetto dell’immobile che si vuole proporre sul mercato sia in vendita che in affitto: il compito degli agenti immobiliari, ed il mio, è quello di far loro comprendere che stanno facendo un investimento sulla loro proprietà che gli consentirà di venderla al miglior prezzo e nel minor tempo possibile.

Con i colleghi agenti immobiliari le diffidenze sono legate soprattutto ad una non approfondita conoscenza di questa tecnica di marketing che, una volta appresa, consente loro di apprezzarne le reali potenzialità.

Ovviamente le obiezioni, e le critiche non mancano; per aiutare a fugare ogni dubbio e negatività consiglio sempre ai colleghi agenti immobiliari di fissarmi un incontro durante il quale proporre insieme al cliente un intervento di home staging.

d. Ci confideresti uno dei tuoi segreti per allestire al meglio un immobile?

Il segreto numero uno è quello di spersonalizzare l’immobile, per renderlo il  più neutro possibile al fine di renderlo il più gradevole possibile per il maggior numero di potenziali acquirenti. Non dimentichiamo mai di ricordare al cliente che nel momento stesso ini cui decide di immettere nel mercato un immobile, esso sia per la vendita che per l’affitto, lo rende un prodotto che va in competizione con altri già disponibili o che arriveranno dopo. Quindi, grazie all’Home Staging, possiamo fare in modo che l’immobie del nostro cliente diventi più attraente di altri simili e posizionarsi tra quelli più visitati.

Infine, sembrerà banale, ma pulizia, ordine e un’essenza profumata piacevole devono sempre accogliere i potenziali clienti.

Grazie Laura, in attesa di un tuo prossimo intervento ti ringraziamo per questa utile introduzione all’Home Staging, altra importante strategia di marketing da acquisire e proporre dagli operatori immobiliari ai propri clienti.

per maggiori info

Laura Vimercati

lv@allandwhite.com

profilo facebook laura vimercati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: