Archivi Blog

Mentre l’Italia abolisce l’Albo dei Mediatori Immobiliari

India e a Singapore organizzano e regolano l’Attività Mediatoria

Da qualche tempo in Italia è stato abolito il ruolo di agenti d’affare in mediazione, o meglio è stato rivisto in buona sostanza la legge 39/89, nella forma che abbiamo visto in precedenti articoli, l’est asiatico cerca di dare ordine alla professione a garanzia di investitori internazionali e acquirenti locali.

In India la Tata housing, società del gruppo Tata Holding primaria impresa di costruzioni del subcontinente indiano, invoca regole certe e garanzie per chi vuole investire nel mercato immobiliare del paese, chiedendo a gran voce la costituzione di autorità ed enti di controllo dell’attività dei mediatori immobiliari, al fine di incoraggiare e attrarre investimenti. Il management di Tata Housing ritiene questo un passo di fondamentale importanza per un mercato, come quello indiano, che risente della crisi mondiale, che ha un alto stock di immobili e che deve dare impulso al settore real estate partendo dai principi base di trasparenza e legalità.

A Singapore, invece, è stato istituito il ruolo di agenti immobiliari, con le relative sanzioni per chi opera in maniera abusiva, che vanno da pesanti ammende pecuniarie, fino al carcere. Si invita dal 1° marzo chiunque entrasse in contatto con un mediatore immobiliare, di richiedere all’operatore l’esibizione del tesserino attestante la regolare iscrizione dello stesso all’apposito registro. La legge è entrata in vigore agli inizi del 2011 e va a regime proprio con il primo giorno di marzo.

Altri paesi asiatici stanno studiando mosse che regolamentino e organizzino professionalmente il settore, proprio mentre in Europa e di conseguenza in Italia ci si avvia verso una liberalizzazione che, opinione diffusa tra gli addetti ai lavori, genererà uno scadimento del valore delle prestazioni erogate all’utenza finale: il tutto a scapito di acquirenti e venditori, proprio in un momento tanto delicato per tutto il comparto, segnato da forte sfiducia.

Autore:Andrea Russo

Leggi anche

Agenti Immobiliari, il Ruolo non c’è più, però…

Regole per chi si rivolge a un’agenzia immobiliare

Fiaip e Fimaa insieme per la lotta all’abusivismo e la salvaguardia della professione dell’agente immobiliare

Antiriciclaggio: il real estate diventa sorvegliato speciale

Agenti immobiliari: istanza al Governo sulla Direttiva europea sui servizi

Legge 39/89: diritti e doveri dell’Agente immobiliare – disciplina corrente

Legge 21 marzo 1958, n. 253 (vecchia disciplina sostituta dalla Legge 39/89)

Annunci

Investimenti Immobiliari, Londra si mantiene ai vertici europei

Londra al top per investitori immobiliari

Il mercato immobiliare londinese continua ad attrarre un buon volume di investitori esteri, evidentemente attratti dalla redditività del real estate della capitale, e convinti che l’impiego dei propri denari nel perimetro urbano della metropoli britannica possa rappresentare un ottimo approdo. Dando conferma alle stime precedenti, un nuovo report sembra voler anticipare il futuro trend delle compravendite che si registreranno a Londra, previste in continuo aumento anche nel corso della prima parte del 2011.

Sostengono diverse analisi, infatti, che il numero di transazioni immobiliari della metropoli londinese subiranno un nuovo incremento nel primo trimestre del 2011, anticamera di un ulteriore rimbalzo delle compravendite che vedrà la luce nel secondo trimestre dello stesso anno.

A divenire artefici di questi impieghi sono soprattutto investitori provenienti dalla Russia, dalla Cina e dall’India, tre dei principali mercati emergenti mondiali, desiderosi di investire nell’immobiliare della capitale in virtù dei futuri e probabili incrementi dei valori commerciali.

Tra le aree maggiormente oggetto di interesse da parte di questi investitori stranieri, vi sarebbero alcuni quartieri londinesi (Chelsea, Kensington), ma non solo: anche le Contee del West Sussex, del Berkshire o del Surrey, stanno in questi giorni ricevendo manifestazioni esplicite di interesse dall’oltre manica.

Autore: Roberto

Fonte: IVostriSoldi.it

http://mutui.vostrisoldi.it/articolo/investimenti-immobiliari-londra-si-mantiene-ai-vertici-europei/8795/

 

Leggi anche

E i ricchi americani preferiscono l’affitto!

La casa più cara al mondo: 1 miliardo di dollari!

Comprare a Parigi? Si, ma solo a prezzi folli!

Ecco la nuova casetta di Di Caprio in Italia

Due regine dello showbiz americano e le loro “problematiche” case

Le case… e le cucine dei Vip di Hollywood

Ecco chi è lo straniero che compra casa in Italia

Di Caprio “colono” d’eccezione. Vuole costruire casa in Israele

Focus sul mercato immobiliare internazionale

Real estate: segnali positivi da Manhattan

Dopo lo scudo fiscale tanti bond e poco mattone

La casa di Bel Air di Nicolas Cage venduta per appena 10,5milioni di dollari

Brad Pitt e Angelina Jolie comprano ‘casa’ in Veneto

San Paolo-Rio, rivoluzione immobili

Prezzi case, forti cali nell’immobiliare spagnolo

Case al mare la crisi non c’è. Milano Marittima è la più cara

A New York il primo grattacielo italiano

Curiosando nelle proprietà immobiliari dei magnati dell’informatica

Hotel Armani, a Dubai prezzi giù per la crisi

Hong Kong: boom dell’immobiliare di lusso

Ibra mette in vendita la sua casa di Cernobbio

Una casa all’estero, il nuovo ‘sogno russo’ della classe media

New York: Slim compra bene

Buffon cerca casa… a Manchester

Leonardo Di Caprio cerca villa nel veronese

E se anche Zuckerberg (si, proprio l’ideatore di Facebook!) abita in affitto…

Anche Gibson mette al ribasso il prezzo della propria villa

Traslochi eccellenti a TriBeCa

 

La Casa più cara al mondo: 1 miliardo di dollari!

Appartiene ad Mukesh Ambani tra i più ricchi al mondo e di certo il più ricco di tutta l’India.

Antilia - la casa più cara al mondo

Ieri l’inaugurazione del paradiso in terra, come definito da alcuni, o più semplicemente del Taj Mahal del 21° secolo come l’ha definito il romanziere indiano Shobhaa De, ha ospitato tutte le persone più invista al di qua dell’Himalaya. Imprenditori, banchieri, star di Bollywood, tutti intervenuti ad ammirare la casa più costosa del mondo, oltre 1 miliardo di dollari il valore stimato.

Nel definire la dimora di Ambani, proprietario della più importante azienda indiana la Reliance Industries che è un colosso della petrolchimica, si sono sprecati i commenti: si è arrivati addirittura a dire che Versailles ne è la cugina povera!

Seicento domestici per Ambani, la moglie e i 3 figli. Un edificio alto 174 metri che

mukesh ambani

stride con la povertà degli slum di Mumbay portati alla ribalta del grande pubblico con film come The Millionaire, dove si possono trovare un tempio al piano terra, varie piscine, una enorme biblioteca personale, il tutto con vista panoramica sul Mar Arabico e su Mumbai. Non mancano un cinema e un parcheggio a sei piani.

L’edificio è stato ribattezzato Antilia (come la mitica isola dell’Atlantico) ed è stato edificato secondo i criteri di una disciplina simile al feng-shui giapponese, il Vaastu.

Andrea Russo

Leggi anche

Ecco la nuova casetta di Di Caprio in Italia

Due regine dello showbiz americano e le loro “problematiche” case

Le case… e le cucine dei Vip di Hollywood

Ecco chi è lo straniero che compra casa in Italia

Di Caprio “colono” d’eccezione. Vuole costruire casa in Israele

Focus sul mercato immobiliare internazionale

Real estate: segnali positivi da Manhattan

La casa di Bel Air di Nicolas Cage venduta per appena 10,5milioni di dollari

Brad Pitt e Angelina Jolie comprano ‘casa’ in Veneto

San Paolo-Rio, rivoluzione immobili

Case al mare la crisi non c’è. Milano Marittima è la più cara

A New York il primo grattacielo italiano

Curiosando nelle proprietà immobiliari dei magnati dell’informatica

Hotel Armani, a Dubai prezzi giù per la crisi

Hong Kong: boom dell’immobiliare di lusso

Ibra mette in vendita la sua casa di Cernobbio

Una casa all’estero, il nuovo ‘sogno russo’ della classe media

New York: Slim compra bene

Buffon cerca casa… a Manchester

Leonardo Di Caprio cerca villa nel veronese

E se anche Zuckerberg (si, proprio l’ideatore di Facebook!) abita in affitto…

Anche Gibson mette al ribasso il prezzo della propria villa

Traslochi eccellenti a TriBeCa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: