Archivi Blog

Notizie d’Agenzia Febbraio 2011/2

Casa: l’indagine, romani maggiori utilizzatori del Web per ricerca Affitti

Secondo l’analisi dei dati di ‘Solo Affitti.it’, il sito del franchising immobiliare, sono i romani ad utilizzare sempre piu’ internet per la ricerca delle case, seguiti da milanesi, catanesi e torinesi.Tra i navigatori piu’ evoluti crescono coloro che utilizzano lo smartphone. La tendenza e’ stata illustrata oggi da ‘Solo Affitti’ che durante il workshop ‘Real estate refresh’ organizzato a Roma dal portale web Idealista.it, ha fornito un’analisi delle ricerche effettuate dai 250 mila visitatori che ogni mese navigano sul sito web. I navigatori della provincia di Roma, che rappresentano il 16,4% del totale degli utenti del sito, sono piu’ del doppio rispetto a milanesi (7,8%), catanesi (7,5%) e torinesi (6,8%).

Fonte: AdnKronos.com

http://www.adnkronos.com/IGN/News/CyberNews/Casa-lindagine-romani-maggiori-utilizzatori-del-web-per-ricerca-affitti_311686355929.html

Casa: Osservatorio Liguria, 70% Acquisti tramite Mutuo

Circa il 70% dei liguri acquista la casa tramite un mutuo, pari al 72% del valore dell’immobile, con una durata media di 23 anni. Il tempo medio di vendita e’ attorno ai sei mesi. Sono i dati della quarta edizione dell’Osservatorio Immobiliare della Liguria presentati stamani a Genova dalla Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali. Pressoche’ inalterati i prezzi di vendita, l’11% degli acquirenti di una casa a Genova e’ extracomunitario.

Fonte: Ansa.it

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/liguria/2011/02/16/visualizza_new.html_1586829649.html

Gabetti: acquisito controllo Tree Real Estate, ridotta quota Tree Finance

Gabetti Property Solutions ha risolto gli accordi di joint venture sottoscritti con Ubh nel 2008 e acquisito il pieno controllo di Tree Real Estate. Tree Real Estate e’ la holding che governa oltre 1.600 agenzie attive nel franchising immobiliare, presenti su tutto il territorio nazionale alla quale fanno capo le attivita’ svolte con i marchi Gabetti Franchising, Professionecasa e Grimaldi. L’operazione si inquadra “nel processo di crescita” del gruppo Gabetti volto a “consolidare la presenza territoriale per sviluppare il core business storico e implementare il modello dei servizi immobiliari”, spiega il gruppo. L’operazione comprende l’acquisizione della governance piena delle tre reti immobiliari in franchising e l’incremento della partecipazione in Tree Real Estate dal 51% al 65%. Contestualmente Gabetti ha ritenuto di ridurre la propria partecipazione in Tree Finance dal 49% al 35% “al fine di concentrare tutte le energie sul business dei servizi immobiliari”. L’accordo di risoluzione delle due joint venture prevede la concessione di un’opzione put a favore di Gabetti Property Solutions sulla residua partecipazione del 35% in Tree Finance esercitabile a partire dal 31 luglio 2014 al fair market value riferito alla data del 31 dicembre 2010 e simmetricamente la concessione di un’opzione put a favore di Ubh sulla residua partecipazione del 35% in Tree Real Estate esercitabile a partire dal 31 luglio 2014 al fair market value riferito alla data del 31 dicembre 2010. L’acquisizione della maggior partecipazione in Tree Real Estate, pari al 14%, e la cessione della partecipazione in Tree Finance, pari al 14%, sono “sospensivamente condizionate al passaggio in giudicato dell’omologa dell’accordo di ristrutturazione dei debiti di Ubh”.

Fonte: AdnKronos.com

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Finanza/Gabetti-acquisito-controllo-Tree-Real-Estate-ridotta-quota-Tree-Finance_311694356552.html

Leggi anche

Notizie d’agenzia Febbraio 2011 / 1

Notizie d’Agenzia Gennaio 2011 / 4

Notizie d’Agenzia Gennaio 2011 / 3

Notizie d’Agenzia Gennaio 2011 / 2

Notizie d’Agenzia Gennaio 2011 / 1

 

Milano, al centro la crisi è passata: il mercato immobiliare riprende a crescere

Le quotazioni immobiliari hanno ripreso a crescere nel terzo trimestre di quest’anno con un incremento pari al 2,8%.

Il prezzo medio delle case sotto la Madonnina ora è di 3.714 euro/m2. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto sui prezzi degli immobili a milano di idealista.it, portale di annunci gratuiti per privati.

Quello attuale è un anno che sembra delineare due opposte tendenze del mercato meneghino con zone, in genere nella fascia medio-alta, che hanno registrato un ulteriore incremento dellequotazioni in questi mesi e zone che hanno sofferto maggiormente la crisi economica.

Garibaldi-Porta Venezia, che supera per la prima volta la soglia dei 5mila euro/m2 da quando è in atto questa rilevazione, guida la graduatoria dei quartieri più cari di Milano (+5,7%; 5.142 euro/m2) dopo il centro storico. Segue Navigli-Bocconi (+2,3%; 4.925 euro/m2) che ha proseguito la sua ascesa per il terzo trimestre consecutivo.

Prezzi al di sopra della media cittadina in Porta Vittoria (+1,3%; 4.170 euro/m2) e Fiera-De Angeli, nonostante le quotazioni in questa zona abbiano registrato una frenata (-0,7%; 4.762 euro/m2) tra giugno e settembre.

boscolomilano6

Città studi-Lambrate conferma il trend positivo registrato nell’arco di quest’anno con un prezzo pari a 3.558 euro/m2, che colloca il valore degli immobili della zona in prossimità della media cittadina.Sempre nella fascia media di prezzo troviamo Lorenteggio-Bande Nere (+1,5%; 3.400 euro/m2) , Vigentino-Chiaravalle (+5,1%; 3.281 euro/m2), Forlanini (-0,6%; 3.222 euro/m2), Famagosta-Barona (-2,5%; 3.022 euro/m2) e Greco-Turro (+0,1%; 3.021 euro/m2)

I quartieri che hanno sofferto di più sono quelli nella fascia al di sotto dei 3mila euro: 4 su 6 hanno infatti registrato un calo dei prezzi. Chiesa Rossa-Gratosoglio (-1,5%; 2.952 euro/m2), Certosa (-1,5%; 2.882 euro/m2), Corvetto-Rogoredo (-0,5%; 2.930 euro/m2); Baggio (-0,5%; 2.716 euro/m2). Tengono soltanto Comasina-Bicocca (+0,2%; 2.801 euro/m2) e Vialba-Gallaratese (+0,3%; 2.534 euro/m2), il quartiere più economico della città.

In provincia, sale Sesto San Giovanni (+1,6%; 2.742 euro/m2), invariati i valori a Corsico (+0,1%; 2.419 euro/m2) mentre calano Monza (-4,6%; 2.550 euro/m2) e Cinisello Balsamo (-0,4%; 2.349 euro/m2) rispetto a tre mesi fa.

Questo mese è stato possibile rilevare i prezzi in altri 8 comuni della provincia. Fanno il loro ingresso nella lista Brugherio (2.521 euro/m2), Rozzano (2.426 euro/m2), Cologno Monzese (2.361 euro/m2), Desio (2.225 euro/m2), Rho (2.148 euro/m2) e Legnano, con 1.790 euro/m2, il comune con i prezzi più bassi tra quelli rilevati.

Secondo Vincenzo De Tommaso, portavoce di idealista.it: “L’euribor ai minimi storici ha aiutato la tenuta dei prezzi nel capoluogo lombardo soprattutto verso coloro che disponendo di risorse finanziare hanno approfittato di questa fase di incertezza per acquistare casa. Tuttavia rileviamo un aumento del divario tra i prezzi degli immobili di fascia alta e quelli di fascia bassa, segno di una maggiore selettività da parte dei consumatori, disposti a investire in questa fase solo a patto che il rapporto qualità/prezzo sia bilanciato”.

Fonte: Affaritaliani.it

http://www.affaritaliani.it/milano/milano_al_centro_crisi_passata_mercato_immobiliare_071009.html

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: