Archivi Blog

E.

A. B. C. D. E. F. G. H. I. L. M. N. O. P. Q. R. S. T. U. V. Z.

 

E.

Esecuzione Forzata: Forma giudiziaria estrema spesso preceduta da una procedura concorsuale, è utilizzata per riuscire a risarcire creditori o esecutori.

Euribor: EURo Inter Bank Offered Rate (tasso interbancario di offerta in euro), calcolato giornalmente, indica il tasso di interesse medio delle transazioni finanziarie in Euro tra le principali banche europee.

Eurirs: Euro Interest Rate Swap (tasso per gli swap su interessi) calcolato giornalmente che indica iltasso di interesse medio al quale i principali istituti di credito europei stipulano swap a copertura del rischio di interesse. L’Eurirs è spesso usato come tasso base per calcolare interessi fissi, come quello dei mutui.

 

A. B. C. D. E. F. G. H. I. L. M. N. O. P. Q. R. S. T. U. V. Z.

Annunci

Notizie su Mutui e Tassi di Interesse

Euribor a 1 mese in crescita allo 0,78%

I tassi di breve del denaro interbancario crescono ancora: l’Euribor a una settimana passa dallo 0,687% allo 0,701 per cento. L’Euribor a un mese cresce oggi allo 0,78% dallo 0,776% del fixing di ieri. In aumento anche il tasso a tre mesi, che passa all’1,014% dal precedente 1,012%. L’Euribor a 6 mesi cresce all’1,256% dal precedente 1,254 per cento.

(GD)

Fonte: LaStampa.it

http://finanza.lastampa.it/Notizie/0,417435/Euribor_a_1_mese_in_crescita_allo_0_78_.aspx

 

Crif: in aumento le erogazioni di mutui nel 2010

Secondo l’ultimo osservatorio sul credito di Crif, società che gestisce la più grande banca dati di centrale rischi finanziari, nei primi 9 mesi del 2010 le erogazioni di mutui immobiliari sono cresciute (+14,6%) rispetto allo stesso periodo del 2009, favorite dai bassi tassi di interesse.
I mutui per costruzione e ristrutturazione dell’abitazione, di surrogazione e di sostituzione, nel primo semestre 2010, hanno rappresentato circa un terzo della produzione (31% dell’erogato, contro il 28% del 2009).
Sempre nel primo semestre 2010 si è evidenziata una preferenza da parte delle famiglie italiane per il tasso variabile, sfiorando i tre quarti delle erogazioni (73% del totale), mentre nel 2009 rappresentavano circa la metà (48%).

Fonte: Euribor.it

http://www.euribor.it/

Mercato immobiliare: 2 consigli per fare buoni investimenti

L’andamento altalenante del mercato immobiliare italiano non offre grandi certezze e, di conseguenza, appare difficile comprendere quale sia il momento più conveniente per investire in operazioni di costruzioni o di compravendita di case o di proprietà ad uso non abitativo. Cerchiamo di fare il punto sui due elementi che condizionano principalmente le nostre volontà di investimento: l’onerosità delle operazioni, con l’andamento dei tassi di mercato, e il livello dei prezzi delle proprietà residenziali.

I TASSI DI MERCATO

Durante il mese di ottobre i tassi di interesse hanno confermato le aspettative maturate nelle settimane precedenti.

Il livello dei tassi ha infatti seguito quello dei mercati finanziari, che complessivamente hanno dimostrato di poter supportare un trend al rialzo, che ha poi trascinato in fase di apprezzamento anche i principali parametri di riferimento nel calcolo dei tassi sui mutui.

Pertanto:

  • l’Euribor ha subito una crescita piuttosto sostanziosa per il periodo cui ci stiamo relazionando, con uno sviluppo di più di 20 basis points che l’ha condotto a quota 0,847 punti percentuali per la durata di un mese, contro i precedenti 0,621 punti percentuali
  • oltre al principale riferimento per il calcolo dei mutui a tasso variabile, cresce anche il riferimento per i mutui a tasso fisso. L’IRS dimostra infatti di proseguire sulla strada del rialzo, con un progressivo andamento di apprezzamento sulle durate più o meno brevi.
  • L’ultimo report della Banca d’Italia conferma le prospettive di una ripresa sui tassi: occorrerà tuttavia attendere ancora qualche settimana per avere dei dati aggiornati sul mese di settembre e le prime stime su quello di ottobre.

    LO STATO DI SALUTE DEL MERCATO IMMOBILIARE

    Il mercato immobiliare italiano è in lieve ripresa. A confortare queste opinioni è, principalmente, il nucleo di dati forniti dall’Agenzia del Territorio, secondo cui al termine del secondo trimestre del 2010 (l’ultimo periodo al quale è possibile riferire dei dati puntuali), sarebbe stato riscontrato un incremento delle transazioni del 4,5% su base annua, contro il 3,4% su base annua del primo trimestre.

    Secondo alcune tra le principali analisi, questa ripresa è stata trascinata da un più convinto supporto bancario alle operazioni di natura immobiliare, che dovrebbe perdurare anche nel corso dei prossimi mesi.

    Insomma, stando ai dati di cui sopra, probabilmente il fondo della crisi dell’immobiliare sarebbe già stato toccato: è quindi il momento opportuno per comprare?

    Autore: Roberto

    Fonte: VostriSoldi.it

    http://mutui.vostrisoldi.it/articolo/mercato-immobiliare-2-consigli-per-fare-buoni-investimenti/8433/

     

    Leggi anche

    In Italia torna la voglia di mutuo.

    7 famiglie su 10 comprano casa grazie al mutuo

    I nuovi obblighi dell’agente immobiliare

    Case abusive

    Mutuo Casa, è boom di richieste

    Casa, acquisto agevolato: prezzi più bassi e grande scelta

     

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: