Archivi Blog

Notizie su Mutui e Tassi di Interesse

Euribor a 1 mese in crescita allo 0,78%

I tassi di breve del denaro interbancario crescono ancora: l’Euribor a una settimana passa dallo 0,687% allo 0,701 per cento. L’Euribor a un mese cresce oggi allo 0,78% dallo 0,776% del fixing di ieri. In aumento anche il tasso a tre mesi, che passa all’1,014% dal precedente 1,012%. L’Euribor a 6 mesi cresce all’1,256% dal precedente 1,254 per cento.

(GD)

Fonte: LaStampa.it

http://finanza.lastampa.it/Notizie/0,417435/Euribor_a_1_mese_in_crescita_allo_0_78_.aspx

 

Crif: in aumento le erogazioni di mutui nel 2010

Secondo l’ultimo osservatorio sul credito di Crif, società che gestisce la più grande banca dati di centrale rischi finanziari, nei primi 9 mesi del 2010 le erogazioni di mutui immobiliari sono cresciute (+14,6%) rispetto allo stesso periodo del 2009, favorite dai bassi tassi di interesse.
I mutui per costruzione e ristrutturazione dell’abitazione, di surrogazione e di sostituzione, nel primo semestre 2010, hanno rappresentato circa un terzo della produzione (31% dell’erogato, contro il 28% del 2009).
Sempre nel primo semestre 2010 si è evidenziata una preferenza da parte delle famiglie italiane per il tasso variabile, sfiorando i tre quarti delle erogazioni (73% del totale), mentre nel 2009 rappresentavano circa la metà (48%).

Fonte: Euribor.it

http://www.euribor.it/

Immobiliare: Crif, +8% domanda mutui giugno 2009

MILANO (MF-DJ)–Con un incremento a giugno 2009 dell’8% rispetto allo stesso mese del 2008, la domanda di mutui richiesti dalle famiglie italiane fa segnare un valore positivo per il quinto mese consecutivo.

E’ quanto recita una nota relativa alla domanda di mutui rilevata nel primo semestre 2009 su Eurisc, il sistema di Crif (societa’ attiva nei sistemi di informazioni creditizie) che raccoglie i dati relativi ad oltre 70 mln di linee di credito.

Nello specifico, maggio e giugno dello scorso anno furono i primi mesi di consolidamento del trend negativo della domanda di mutui che si e’ concretizzato nella contrazione di fine 2008 e di gennaio 2009. Da febbraio 2009, invece, la domanda di mutui, sostenuta anche dalle operazioni di rinegoziazione, e’ ritornata a un indice positivo, che ha toccato l’apice a marzo (+21%) per poi assestarsi all’8% nei mesi di maggio e giugno 2009.

Approfondendo l’analisi sulla base degli importi dei mutui richiesti, il confronto a/a evidenzia un calo delle classi di importo piu’ elevate (oltre i 300 mila euro e tra 150 e 30 0mila euro) a fronte della crescita della classe di importo fino a 75 mila euro, che sale dal 20,5% al 22,1%.

Da segnalare infine, per quanto riguarda la durata dei mutui, il calo di quelli superiori ai 25 anni (dal 41% al 34% a/a), pur continuando a rimanere la classe maggiormente preferita dalle famiglie italiane. Le preferenze si sono concentrate sui mutui di durata fino a 15 anni (27%), seguiti da quelli tra i 15 e 20 anni (22%) e da quelli tra i 20 e i 25 anni (16%). com/ava

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: