Archivi Blog

L’industria immobiliare in Italia ad una svolta – RE/MAX acquisisce La Casa Agency

accordoL’economia tiene banco da diverse settimane ormai, e il clamore dell’acquisizione di Telecom Italia da parte di Telefonica alimenta i timori di chi vede l’industria italiana cambiare bandiera in tutti i settori, dal food alla moda fino alle infrastrutture (in pista di decollo, vien facile dirlo, la crescita di Air France in Alitalia in vista di una prossima acquisizione).

Eppure, era tutto prevedibile.

Del resto metabolizzato il concetto di crisi, si è subito associato a questo la sua logica conseguenza chiamata cambiamento, ovvero le opportunità che la crisi offre vengono colte da chi questa crisi è capace di interpretarla, offrendoci in cambio un Mondo diverso da quello che conoscevamo.

Stiamo assistendo ad un riequilibrio di poteri economici, una contesa fondata sulla conquista di mercati che guardino alla qualità e al valore dei brand (non a caso quindi le acquisizioni di alcuni dei migliori marchi italiani) e al loro valore strategico.

Oggi chi è solido investe, e lo fa sfruttando tutto il vantaggio competitivo acquisito grazie alla migliore gestione e alla più attenta programmazione, ma soprattutto applicando un modello di business che sia più conforme alle esigenze degli attuali mercati che dettano le linee delle prossime tendenze.

L’industria negli ultimi sessanta anni è cambiata radicalmente, per questo ne parliamo sempre sia in presenza di aziende che producono beni, che quando ci concentriamo su aziende che operano nei servizi o addirittura nello sport e nell’editoria, per questo si parla di industria anche nel settore immobiliare.

La crisi sta segnando fortemente il riassetto dell’industria immobiliare in Italia, sia per quanto riguarda il comparto delle costruzioni che per quello dei servizi. Per competere in questo mercato bisogna sapersi collocare ed avere le competenze adeguate.

PreliosNotizia delle ultime ore è l’acquisizione da parte di RE/MAX Italia della Società B4A, cui fa capo il network immobiliare La Casa Agency, ex Pirelli RE, che conta oggi circa 100 agenzie sparse sull’intero territorio nazionale. Se da una parte Prelios cede un ramo d’azienda (frettolosamente definito secco da altri commentatori) in quanto non più parte del core business, dall’altra RE/MAX Italia acquisisce investendo nel franchising che è da sempre il suo business primario.

Dario Castiglia - RE/MAX Italia

Il Presidente di RE/MAX Italia Dario Castiglia in tal senso si è espresso affermando che “quello che poteva essere un ramo secco per Prelios, che non è stata in grado di valorizzare quella che è una rete di validi professionisti, che hanno solo avuto la sfortuna di non conoscere RE/MAX prima, è per noi una grande opportunità” e rilancia “il nostro grande lavoro sarà di far germogliare di nuovo il ramo secco per portare frutti agli affiliati e a REMAX nello spirito win/win che ci distingue da sempre!”

Personalmente ritengo sia proprio questo ciò che sta accadendo all’industria italiana: qualcuno (e non importa da che parte del mondo venga) si fa avanti per investire e valorizzare un patrimonio economico ed umano che diversamente andrebbe disperso, come è giusto che sia, e ciò che per qualcuno è crisi per altri si rivela un’opportunità.

A. R.

twitter @andrearussore

Notizie d’Agenzia Febbraio 2011/2

Casa: l’indagine, romani maggiori utilizzatori del Web per ricerca Affitti

Secondo l’analisi dei dati di ‘Solo Affitti.it’, il sito del franchising immobiliare, sono i romani ad utilizzare sempre piu’ internet per la ricerca delle case, seguiti da milanesi, catanesi e torinesi.Tra i navigatori piu’ evoluti crescono coloro che utilizzano lo smartphone. La tendenza e’ stata illustrata oggi da ‘Solo Affitti’ che durante il workshop ‘Real estate refresh’ organizzato a Roma dal portale web Idealista.it, ha fornito un’analisi delle ricerche effettuate dai 250 mila visitatori che ogni mese navigano sul sito web. I navigatori della provincia di Roma, che rappresentano il 16,4% del totale degli utenti del sito, sono piu’ del doppio rispetto a milanesi (7,8%), catanesi (7,5%) e torinesi (6,8%).

Fonte: AdnKronos.com

http://www.adnkronos.com/IGN/News/CyberNews/Casa-lindagine-romani-maggiori-utilizzatori-del-web-per-ricerca-affitti_311686355929.html

Casa: Osservatorio Liguria, 70% Acquisti tramite Mutuo

Circa il 70% dei liguri acquista la casa tramite un mutuo, pari al 72% del valore dell’immobile, con una durata media di 23 anni. Il tempo medio di vendita e’ attorno ai sei mesi. Sono i dati della quarta edizione dell’Osservatorio Immobiliare della Liguria presentati stamani a Genova dalla Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali. Pressoche’ inalterati i prezzi di vendita, l’11% degli acquirenti di una casa a Genova e’ extracomunitario.

Fonte: Ansa.it

http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/liguria/2011/02/16/visualizza_new.html_1586829649.html

Gabetti: acquisito controllo Tree Real Estate, ridotta quota Tree Finance

Gabetti Property Solutions ha risolto gli accordi di joint venture sottoscritti con Ubh nel 2008 e acquisito il pieno controllo di Tree Real Estate. Tree Real Estate e’ la holding che governa oltre 1.600 agenzie attive nel franchising immobiliare, presenti su tutto il territorio nazionale alla quale fanno capo le attivita’ svolte con i marchi Gabetti Franchising, Professionecasa e Grimaldi. L’operazione si inquadra “nel processo di crescita” del gruppo Gabetti volto a “consolidare la presenza territoriale per sviluppare il core business storico e implementare il modello dei servizi immobiliari”, spiega il gruppo. L’operazione comprende l’acquisizione della governance piena delle tre reti immobiliari in franchising e l’incremento della partecipazione in Tree Real Estate dal 51% al 65%. Contestualmente Gabetti ha ritenuto di ridurre la propria partecipazione in Tree Finance dal 49% al 35% “al fine di concentrare tutte le energie sul business dei servizi immobiliari”. L’accordo di risoluzione delle due joint venture prevede la concessione di un’opzione put a favore di Gabetti Property Solutions sulla residua partecipazione del 35% in Tree Finance esercitabile a partire dal 31 luglio 2014 al fair market value riferito alla data del 31 dicembre 2010 e simmetricamente la concessione di un’opzione put a favore di Ubh sulla residua partecipazione del 35% in Tree Real Estate esercitabile a partire dal 31 luglio 2014 al fair market value riferito alla data del 31 dicembre 2010. L’acquisizione della maggior partecipazione in Tree Real Estate, pari al 14%, e la cessione della partecipazione in Tree Finance, pari al 14%, sono “sospensivamente condizionate al passaggio in giudicato dell’omologa dell’accordo di ristrutturazione dei debiti di Ubh”.

Fonte: AdnKronos.com

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Finanza/Gabetti-acquisito-controllo-Tree-Real-Estate-ridotta-quota-Tree-Finance_311694356552.html

Leggi anche

Notizie d’agenzia Febbraio 2011 / 1

Notizie d’Agenzia Gennaio 2011 / 4

Notizie d’Agenzia Gennaio 2011 / 3

Notizie d’Agenzia Gennaio 2011 / 2

Notizie d’Agenzia Gennaio 2011 / 1

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: