Archivi Blog

Agente immobiliare corretto e professionale cercasi

Chi cerca o vende casa spesso decide di rivolgersi all’assistenza di un’agenzia immobiliare. Nella Provincia di Monza e Brianza sono centinaia e centinaia le persone che esercitano questa attività in grandi franchising o singole agenzie più o meno grandi. Quali i consigli per il consumatore che deve orientarsi e per l’agente immobiliare che deve distinguersi per professionalità?

Per prima cosa il “vero” agente immobiliare è regolarmente iscritto al relativo ruolo presso la Camera di Commercio ed è in grado di esibire il relativo tesserino di iscrizione, inoltre ha stipulato una polizza a copertura dei rischi professionali e a tutela dei clienti (per verificare l’iscrizione dei singoli agenti è disponibile un servizio di consultazione degli Albi e Ruoli presso la Camera di Commercio di Monza e Brianza, Monza, Piazza Cambiaghi 9, tel. 039.28071, emailalbi@mb.camcom.it ).

Secondariamente il vero professionista sarà attento a reperire e consegnare al cliente la documentazione inerente la proprietà e la regolarità dell’immobile in vendita ovvero le planimetrie catastali, le visure ipotecarie, la copia del rogito precedente o dell’atto di donazione con cui è stato acquistato, il certificato di conformità degli impianti, l’estratto conto condominiale e così via.

Tutti i formulari utilizzati dagli agenti (incarico di mediazione, proposta d’acquisto) inoltre dovranno rispettare le linee guida di chiarezza e trasparenza dettate dalla Camera di Commercio (cfr.http://www.mb.camcom.it/upload/file/419/209740/FILENAME/linee-guida-dep-formulari.pdf), che in caso contrario avrà potere di irrogare sanzioni disciplinari, oltre che di agire giudizialmente nei confronti di quegli agenti che hanno inserito nei loro formulari condizioni c.d. abusive onde ottenerne l’inibizione.

Com’è noto l’importo della provvigione non è predeterminato dalla legge e l’unico riferimento è dato dagli usi delle Camere di Commercio, oltre che naturalmente dall’accordo delle parti. Per tali ragioni è previsto che l’agente indichi nel contratto l’entità della provvigione dovuta, ciò anche per evitare il comportamento assolutamente poco professionale, di chi chiede una provvigione più alta nel caso in cui l’immobile venga venduto ad un prezzo differente a quello preventivato. Nel contratto, inoltre, dovrà essere indicato l’importo delle eventuali spese che debbono essere corrisposte dal cliente in caso di mancata conclusione dell’affare.

Mentre chi cerca casa può rivolgersi a diverse agenzie e visitare gli appartamenti proposti senza alcun impegno, chi vende dovrà scegliere se affidare l’incarico al mediatore con o senza esclusiva. In quest’ultimo caso, il venditore potrà affidare l’incarico ad altri mediatori ed adoperarsi egli stesso per la vendita. Il c.d. mandato a vendere deve essere conferito per iscritto.

Infine, è bene ricordare che il mediatore ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti, quando l’affare viene concluso per effetto del suo intervento (art. 1755 c.c.). Quindi, quando acquirente e venditore decidono di “scavalcare” il mediatore per risparmiare sulla provvigione, non fanno venir meno il diritto dell’agente al pagamento di quanto di sua competenza.

Chi desidera maggiori informazioni sull’attività di agente immobiliare potrà visitare i siti della Camera di Commercio di Monza e Brianza http://www.mb.camcom.it e delle associazioni di categoria http://www.fimaa.it o http://www.fiaip.it per citarne alcune; chi ha invece dei quesiti potrà contattare la redazione di Mbnews oppure scrivermi all’indirizzo email info@studiolegalemonza.it

Autore: Avv. Antonella Cavaiuolo

Fonte: Mbnews.it

http://www.mbnews.it/cavaiuolo/11671-agente-immobiliare-corretto-e-professionale-cercasi.html

Milano, affitti in calo dell’1,5% nell’ultimo semestre

Milano, 21 luglio 2009 –i prezzi degli affitti a Milano sono calati dell’1,5% negli ultimi 6 mesi, attestandosi a 13,9 euro/m2. E’ quanto emerge dall’analisi condotta dalla divisione studi di Idealista.it su un campione di 1.125 immobili del portale

Ora affittare un bilocale – circa 65 m2, la metratura tipo sotto la Madonnina – costa in media circa 909 euro al mese contro i 923 di 6 mesi fa. rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, i prezzi sono calati invece del 2,4%, con un risparmio medio per le famiglie quantificabile in circa 240 euro l’anno

Nel primo semestre del 2009 i prezzi hanno accelerato la loro caduta. Cali in 8 delle 10 zone monitorate

Crollano i prezzi nei quartieri  dove erano cresciuti di più: Porta Vittoria (-5,7%; 15,1 euro/m2), Fiera-De Angeli (-5,5%; 14,2 euro/m2) e Navigli-Bocconi (-4,5%; 15,7 euro/m2), la seconda zona più cara della città alle spalle del centro storico dove per un monolocale-mansarda si può arrivare a pagare 1.250 euro/mese (41,7 euro/m2)

Discorso a parte merita l’area di Corvetto-Rogoredo (-5,2%, 12,9 euro/m2), al centro di un massiccio intervento di edilizia residenziale: l’offerta di immobili in locazione in questa zona è sensibilmente aumentata, come effetto anche della mancata vendita degli immobili che non hanno trovato acquirente. Proprio l’eccesso di offerta spiega il calo repentino delle quotazioni negli ultimi mesi

Segno meno dappertutto: calano per il secondo semestre consecutivo comasina-bicocca (-4,7%; 12,5 euro/m2) – che risulta anche il più economico tra i quartieri oggetto di questo rapporto – Chiesa Rossa-Gratosoglio (- 2,5%; 13,2 euro/m2), Greco-Turro (- 2,5%; 12,7 euro/m2) e Lorenteggio-Bande Nere (-0,4%; 12,6 euro/m2)

Hanno tenuto solo città Studi-Lambrate (+0,3%; 13,6 euro/m2) e Garibaldi-Porta Venezia (+0,2%; 15,1 euro/m2) dove i prezzi sono rimasti pressoché invariati rispetto allo scorso febbraio

Prezzi troppo alti, si va in provincia. In Brianza prezzi ancora su del 5,1% nel primo semestre dell’anno. quest’area sembra non conoscere crisi, infatti dall’anno scorso ad oggi i prezzi dei canoni sono passati da 9,3 euro/m2 ai 10 attuali “In questi mesi abbiamo notato grande interesse degli utenti del nostro portale per gli immobili in affitto – ha rilevato Paolo Zanetti, amministratore delegato di Idealista.it -, tuttavia i canoni sono calati. Sembrano emergere comportamenti differenti sul fronte della domanda da parte di famiglie che, per prudenza o per effettiva necessità, valutano tutte le soluzioni possibili prima di scegliere quella che considerano più consona alle loro possibilità. Questo mutamento di atteggiamento del consumatore agevolato dal web, ci dice che se una volta a guidare la scelta erano le caratteristiche dell’immobile, oggi a guidare la scelta è il budget familiare”

tabella dei prezzi degli affitti a milano

tabella dei prezzi degli affitti a milano e provincia

su gentile concessione: Idealista.it

http://www.idealista.it/pagina/nota-prensa;jsessionid=D102442F6CCF60F714EF62CA788D2424.acaps6?numNotaPrensa=0&anyoSeleccionado=2009&idNotaPrensa=44

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: