Archivi Blog

Famiglie sempre più indebitate

Mutuo per la casa, credito al consumo e ristrutturazioni sono le voci principali del debito medio. Caltanissetta ed Enna tra le città più in sofferenza

VENEZIA – È di poco al di sotto dei 20mila euro il debito medio delle famiglie consumatrici italiane, generato dall’accensione di mutui per l’acquisto della casa, dai prestiti per l’acquisto di beni mobili, dal credito al consumo, dai finanziamenti per la ristrutturazione di beni immobili.
Al 30 settembre scorso, secondo dati della Cgia di Mestre, il debito ha raggiunto, i 19.491 euro. Rispetto alla fine di settembre del 2008 (data di inizio della crisi finanziaria che ha colpito anche l’Italia), l’indebitamento medio nazionale è cresciuto del + 28,7%.

A livello provinciale le “esposizioni” maggiori sono a carico delle famiglie della provincia di Roma (28.790 euro), seguite da quelle di Milano (28.243) e da quelle di Lodi (27.516). Al quarto posto Prato (26.294), poi Como (25.217), Varese (25.069).

Secondo Giuseppe Bortolussi, segretario della Cgia di Mestre, le province più

Bortolussi

indebitate “sono anche quelle che registrano i livelli di reddito più elevati. È chiaro che tra queste famiglie vi sono molti nuclei appartenenti alle fasce sociali più deboli. Tuttavia, la forte esposizione bancaria di queste realtà, soprattutto a fronte di significativi investimenti avvenuti in questi ultimi anni nel settore immobiliare, ci deve preoccupare relativamente”.
“Più allarmante, invece, è il risultato che emerge dalla lettura dei dati riferiti all’incidenza percentuale delle sofferenze sull’erogato. In questo caso notiamo che nelle prime posizioni troviamo tutte realtà territoriali del Mezzogiorno, a dimostrazione che la crisi ha colpito soprattutto le famiglie delle aree economicamente più arretrate del Paese”.

A vivere con minore ansia la preoccupazione di un debito da onorare agli istituti di credito, secondo la ricerca, sono le famiglie delle province delle due grandi isole: infatti, al quartultimo posto c’è Medio Campidano, con un indebitamento medio pari a 8.845 euro, al terzultimo Enna, con 8.833, al penultimo Carbonia-Iglesias, con 8.687 e, nell’ultimo gradino della classifica, la provincia di Ogliastra, con 7.035.

Il record della crescita del debito delle famiglie avvenuta nel periodo preso in esame, appartiene alla provincia di Grosseto, che in questi due anni è stata del +48,8%. Seguono Livorno, con un aumento del +47,5%, Asti, con +42,3 %, Foggia, con +41,7% ed Arezzo, con +41%.

La Cgia rileva che, al 30 settembre 2010, la maggiore incidenza percentuale delle sofferenze spetta alla provincia di Crotone, con il 5,9%. Vale a dire che in questo territorio, a fronte di 100 euro erogati alle famiglie crotonesi, quasi 6 euro non sono stati restituiti agli istituti di credito.

Al secondo posto di questa particolare graduatoria Caltanissetta (incidenza percentuale delle sofferenze pari al 5,7) ed al terzo Enna e Benevento (entrambe con una percentuale di insolvenza del 5,5). Il dato medio nazionale è pari al 3,5%.

Fonte: LaSiciliaWeb.it

http://lasiciliaweb.it/index.php?id=50415/economia/cgia-famiglie-italiane-sempre-piu-indebitate

 

Leggi anche

Mutui, Banca d’Italia: “Il 5% delle famiglie non può più pagarlo”

Crisi, boom pignoramenti immobiliari

Censis: gli italiani hanno fiducia nell’investimento immobiliare

I giovani (e non) la vogliono piccola!

Credito: Abi, pronte le Linee Guida per la valutazione degli immobili

Mutui, listini e rogiti: così il fisco rettifica i valori immobiliari

Casa, mutuo prima casa si chiede poco prima degli “anta”

Immobili: ISTAT, nel secondo trimestre più compravendite al Sud

Mercato immobiliare, calano i prezzi e aumenta la domanda

Mercato immobiliare italiano: continua il ballo del mattone

Mercato immobiliare: 2 consigli per fare buoni investimenti

In Italia torna la voglia di mutuo

7 famiglie su 10 comprano casa grazie al mutuo

Mutuo Casa, è boom di richieste

Casa, acquisto agevolato: prezzi più bassi e grande scelta

 

Ibra mette in vendita la sua casa di Cernobbio

L’immobile costa 4,8 milioni di euro e ha un parco di 3.630 metri quadrati


È ufficiale: la villa cernobbiese acquistata da Zlatan Ibrahimovic soltanto qualche anno fa è in vendita. L’annuncio, assieme alla dettagliata descrizione della prestigiosa dimora, campeggia in bella vista sul sito dell’agenzia Engel & Volkers.
Chi fosse interessato alla bella dimora si prepari a sborsare una cifra considerevole, perché il fuoriclasse svedese del Milan chiede 4,8 milioni di euro per cedere l’immobile di via Monte Grappa.
Si tratta, però, di una casa assolutamente degna di un vip qual è il formidabile calciatore rossonero, il quale peraltro non vi ha mai dimorato: 700 metri di superficie abitabile disposti su tre piani, 4 camere da letto con soffitti affrescati, altrettanti bagni, decorazioni di stucco, attico e terrazza con vista lago. Non può mancare, poi, un grande salone al pianterreno, mentre sala da pranzo e cucina sono al primo piano.
A tutto ciò si aggiungono un grande parco (3.630 metri quadrati), la casa dei custodi, il garage e la serra. Il tutto, appunto, in pieno centro a Cernobbio e acquistabile con poco meno di 5 milioni di euro.
Il dettaglio non trascurabile è che la villa, come dice il sindaco della cittadina lariana, Simona Saladini, «è da sistemare».
Dall’agenzia fanno sapere che «è disponibile un progetto dettagliato per la ristrutturazione».
Quando il calciatore acquistò la casa, un paio di anni fa, si pensava che sarebbe stato egli stesso a provvedere a rimodernarla ma, nota il sindaco, «poi non si è più sentito nessuno. E non mi risulta che siano stati fatti lavori». Anche perché nel frattempo il fuoriclasse svedese, acquistato dalla Juventus nel 2004 e poi passato all’Inter nel 2006, si era trasferito al Barcellona, squadra in cui ha giocato la scorsa stagione. Poi, a fine agosto, il clamoroso ritorno in Italia sull’altra sponda del Naviglio, nella squadra più titolata in Europa dopo il Real Madrid.
In attesa di sapere quale sarà – se ci sarà – il vip che prenderà il posto di Zlatan Ibrahimovic in quel di Cernobbio, il sindaco Saladini fa presente che, a causa della crisi, «di fatto si registra un rallentamento negli investimenti di fascia alta». Per la serie: anche i più ricchi, qualche volta, tirano un po’ la cinghia.
In questo periodo, comunque, sembra che «gli stranieri che richiedono maggiormente dimore sul lago di Como siano soprattutto i russi».
Sempre in tema di vip legati al mondo del calcio che si trasferiscono a Como, la nostra provincia è stata scelta anche dal nuovo allenatore dell’Inter, lo spagnolo Rafael Benitez.
Il successore di Mourinho avrebbe acquistato la villa già di proprietà di Hernan Crespo e, a quanto pare, avrebbe iscritto le due figlie all’International School of Como.

Autore: Federico Trombetta

Fonte: CorrierediComo.it

http://www.corrierecomo.it/index.php?option=com_content&view=article&id=20963&catid=21&Itemid=28

 

Leggi anche:

Una casa all’estero, il nuovo ‘sogno russo’ della classe media.

Buffon cerca casa… a Manchester


Leonardo Di Caprio cerca villa nel veronese

Dopo Brad Pitt anche Leonardo Di Caprio si è recato a Verona e dintorni in cerca di una villa da acquistare. Qualche settimane fa ne voleva comprare una in piazza Bra ma gli è stato spiegato – come riportato dal quotidiano L’Arena – che dimore di stampo palladiano in centro storico nella città veronese non è possibile trovarle. Per cui è stato dirottato nell’area di produzione del vino Valpolicella che già aveva stregato Brad Pitt e Angiolina Jolie. Sono salite a quattro le dimore a cui vengono associati i nomi dei due attori: villa Costanza; villa Serenella; villa Santa Sofia e villa Giona, quest’ultima con azienda agricola inclusa. L’ultima è data come la più probabile. Tutte si trovano a San Pietro in Cariano che grazie alla vicenda si sta facendo una buona pubblicità. Come anche le aziende del posto, per esempio la Antolini Luigi & C. specializzata nelle forniture di marmo, dove sono stati fotografati alcuni vip. Di Caprio quest’estate aveva visto in incognito una delle opere prodotte da Franco Zeffirelli nell’edizione 2010 – Turandot, Aida, Butterfly, Carmen e Trovatore – e per la ricerca immobiliare si è affidato alla Alessandro Proto Consulting, già consulente della famiglia Pitt-Jolie.

Spostandosi sul lago di Como, altra zona ricercata dai vip, si avvicina l’udienza dell’11 novembre in cui verrà definito il contenzioso tra agenzia del Demanio e l’imprenditore Giorgio Fasana per villa Belinzaghi a Cernobbio, situata sul lago di Como e comprata nel 2008 da Sivlio Berlusconi che versò una caparra di 4 milioni sui 12 pattuiti. Poi l’affare sfumò perché il demanio rivendicava una quota di proprietà.

Sempre a Cernobbio, non riuscendo a vendere villa Sada il campione svedese Zlatan Ibrahimovic si è affidato all’agenzia Engel&Völkers. La dimora è circondata da un parco di 3.600 metri quadrati ed è in vendita per oltre 4 milioni di euro. L’edificio principale, realizzato a fine Ottocento, si sviluppa su tre piani per una superficie abitativa di circa 600 mq. I nuovi proprietari avranno la possibilità di costruire un’altra casa di 200 mq oppure di trasformare in abitazione l’edificio attualmente adibito a serra. La proprietà necessita di lavori di adeguamento

Autore: Enrico Bronzo

Fonte: IlSole24Ore

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2010-10-20/leonardo-caprio-cerca-villa-135930.shtml?uuid=AYslx6bC

E se anche Zuckerberg (si, proprio l’ideatore di Facebook!) abita in affitto…

Anche Gibson mette al ribasso il prezzo della propria villa

Traslochi eccellenti a TriBeCa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: