Archivi Blog

Il Chelsea Hotel è in vendita

Il mitico albergo ospitò attori, scrittori e musicisti squattrinati

New York. Il leggendario Chelsea Hotel di New York è in vendita. L’albergo che ha ospitato per anni artisti del calibro di Andy Warhol, Arthur Miller, Eugene ÒNeil, Bob Dylan, Janis Joplin e dove Sid Vicious ha presumibilmente pugnalato a morte la fidanzata nel 1978, è nei listini del mercato immobiliare più competitivo d’America. L’edificio costruito nel 1883 e aperto l’anno successivo, era nato come condominio e solo nel 1905 è diventato un hotel.

Grazie alla lunga lista di ospiti e residenti illustri, il Chelsea Hotel ha una storia famosa come luogo di maturazione di artisti e di tragedie amorose che hanno catturato l’attenzione del pubblico. Arthur C. Clarke scrisse «2001: Odissea nello spazio» durante un soggiorno presso il Chelsea, e poeti come Allen Ginsberg, Gregory Corso e Martin Matz avevano scelto l’albergo come luogo per conversazioni e filosofiche e intellettuali. Andy Warhol ha diretto il film «Chelsea Girl» del 1966, che raccontava la vita della sua Factory, proprio all’interno dell’edificio.

Nel 1966 l’amministrazione cittadina ha attribuito al Chelsea Hotel lo status di «cultural landmark» di New York, confermando la sua appartenenza al patrimonio culturale della città. I proprietari del palazzo hanno annunciato di volerlo vendere, nella speranza che i nuovi padroni possano riportare l’albergo allo splendore di una volta. «Un nuovo proprietario potrebbe recuperare le energie e rivitalizzare il Chelsea» ha dichiarato uno dei membri della società che gestisce l’albergo all’Huffington Post.

Fonte: LaStampa.it

http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteri/201010articoli/59628girata.asp


Mediatori creditizi alla ricerca di un’identità

L’oro del Professor Tremonti

OMI: pubblicate le quotazioni immobiliari del primo semestre 2010

La casa si cerca via internet di notte o nelle pause di lavoro. Risparmiando un bel po’ di tempo

Euribor in rialzo ad Ottobre 2010. E le rate dei mutui? Cosa fare.

“Il mercato immobiliare non risponde al modello domanda/offerta”

Roma/catasto: Leo, al via riclassificazione rendite immobili di pregio

Approvato in Consiglio dei Ministri il Decreto di riorganizzazione per il settore turistico

Per salvare la Terra comincia da casa tua

Agenti immobiliari, i piccoli costretti a chiudere?

 

Annunci

C’è la crisi, la Grecia si vende le isole

La Grecia è ormai sul lastrico, al punto che sarebbe pronta a decidere di fare cassa, per ripagare il gigantesco debito contratto con i partner europei e con il Fondo Monetario, con alcune delle sue splendide 6000 isole, a partire da Mikonos sino a Rodi: l’indiscrezioni arriva dal Guardian, secondo cui l’idea sarebbe quella di vendere o affittare a lungo termine alcuni dei suoi “gioielli” in mezzo al mare, per cui sarebbero già arrivate sostanziose offerte dai miliardari di tutto il mondo.

Secondo il quotidiano britannico, Mikonos sarebbe in vendita per quel terzo che è di proprietà del governo, e un miliardario avrebbe già intenzione di costruire nell’area una mega struttura turistica. Investitori potenziali sarebbero già in lizza per l’acquisto di Rodi, soprattutto russi e cinesi: fra questi, ha scritto il Guardian, anche il “patron” del Chelsea, il russo Roman Abramovich, anche se un suo portavoce ha smentito l’indiscrezione.

Delle circa 6000 isole greche, solo 227 sono comunque abitate, le altre sono mini-atolli su cui comunque è difficile costruire infrastrutture.

«Sono molto triste – ha detto Makis Perdikaris, direttore di Greek Island Properties – La vendita spero sia l’extrema ratio». Il manager, comunque, non disdegnerebbe l’affitto a lungo termine, «che servirebbe a creare necessarie infrastrutture».

Secondo il sito Private Island, specializzato nella vendita di atolli ai miliardari, l’isola Nafsika sarebbe già in vendita per 15 milioni di euro. Ma il prezzo di altre piccolissime isole non supera i 2 milioni, scrive il Guardian.

Fonte: IlSecoloXIX.it

http://www.ilsecoloxix.it/p/mondo/2010/06/26/AMl0pkoD-grecia_crisi_vende.shtml

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: