Archivi Blog

Cosa sono i Real Estate Awards?

caponigro_re_awards14

Dal 4 Ottobre si può votare per i Real Estate Awards 2014. Lo sapevate? Bene, per chi ancora non ne avesse avuto notizia, vi proponiamo una chiacchierata con l’ideatore dei Re Awards, Diego Caponigro

Leggi il resto di questa voce

Annunci

Perché un agente immobiliare dovrebbe avere un blog? – Alessio Beltrami

imagesOggi ospitiamo un post di Alessio Beltrami* che ci spiega quali sono i vantaggi per un agente immobiliare derivanti da un blog.

Comunicare sul web per intercettare nuovi potenziali clienti è oggi un’esigenza che riguarda ogni agente immobiliare e ogni agenzia.

La scelta però è così vasta che spesso non si sa a dove partire (quale piattaforma, quali strumenti, quale social ecc)

Quale strumento utilizzare?

Spesso la valutazione finale viene fatta considerando il gusto personale, la semplicità di utilizzo o altre convinzioni che non trovano fondamento nell’unico fattore da tenere sempre presente: il destinatario finale del messaggio (il cliente).

Nel frattempo le abitudini dei consumatori in ogni settore – e in questo quello immobiliare non è differente – cambiano muovendosi verso una richiesta di informazioni sempre più forte.

Una richiesta che viene manifestata sempre meno con domande dirette, ma che tende a trovare le risposte attraverso processi autonomi di ricerca: il classico “cerco su google”.

Quindi, non ti chiamo al telefono e non ti scrivo, ma cerco da me quello che voglio sapere tirando le conclusioni finali:

– hai qualcosa di interessante e utile per me → ti ascolto

– non capisco quello che dici, non mi è utile → non ti ascolto

Conclusioni che avvengono in modo rapido, cercando informazioni su di voi e sulla vostra attività e valutando in poco tempo ogni messaggio che descriva chi siete e di cosa vi occupate.

Ecco perché, tutti quegli strumenti che un agente con esperienza può sfruttare con il cliente durante un incontro di persona, sul web NON funzionano.

Che opportunità dovrebbe sfruttare ogni professionista del settore immobiliare?

La risposta è semplice: dedicare risorse ed energie alla produzione di contenuti che possano aiutare il cliente finale a prendere la sua decisione (quella di ascoltarvi).

Non parliamo infatti di contenuti che contengono un messaggio commerciale o promozionale, ma molto più semplicemente un messaggio chiaro che definisca:

a) perché dovrebbero fidarsi di voi

b) cosa potete fare di utile per loro

In questo il blog è decisamente lo strumento più potente!

Vi permette di parlare in maniera informale e diretta (comunicando anche la vostra personalità e non solo la vostra professionalità) e fa in modo che la cornice vi conferisca autorevolezza (non è un social, ma uno strumento proprietario).

È inoltre il modo migliore per fornire costantemente ai clienti aiuto, utilità e valore.

blogging-image

Non mi riferisco alle specifiche tecniche degli immobili in vendita o ad altri dettagli puramente oggettivi, ma a quelle informazioni che fanno capire al cliente che può fidarsi di voi e che in quello che fate siete autorevoli e competenti

È questo il presupposto migliore per essere ascoltati e preferiti.

In termini pratici come fornire grazie a un blog aiuto, utilità e valore?

AIUTO

Ogni contenuto che trasmetta una soluzione pratica alle problematiche del cliente è un aiuto concreto. Per essere sicuri di aver pubblicato un contenuto di questo tipo è sufficiente chiedersi se:

– contiene informazioni che avreste potuto vendere al cliente come parte di una consulenza (la risposta deve essere Sì!)

– contiene informazioni che potrebbero aiutare la concorrenza a migliorare alcuni processi interni (la risposta deve essere Sì!)

UTILITA’

Ogni contenuto che chiarisca in maniera semplice concetti più complessi aiutando il destinatario ad apprendere con meno fatica è un contenuto utile.

Nessuno conserva il terzo segreto di Fatima in agenzia, è quindi ragionevole che ogni informazione sia disponibile in rete, ma quanto potete semplificare informazioni utili facendo risparmiare tempo e fatica al cliente?

Verifica l’utilità dei tuoi contenuti chiedendoti se:

– illustra il concetto in modo chiaro per i non addetti ai lavori?

– è leggibile in poco tempo? (meno di 3 minuti)

– i media potrebbero diffondere i tuoi contenuti come notizia di utilità?

– la concorrenza potrebbe copiarli per fare bella figura? (la risposta deve essere Sì!)

VALORE

Quando parliamo di contenuti il valore può essere misurato nella capacità di generare discussioni e riflessioni stimolanti per il lettore. Facile verificarlo, basta osservare se:

– al contenuto seguono commenti che approfondiscono il tema (qualcuno ha deciso di spendere tempo e energie)

– il contenuto fornisce elementi che fanno cambiare anche solo parzialmente punto di vista al cliente

– il contenuto offre la possibilità di esprimere la vostra visione e non solo le vostre competenze (è quindi posizionante per distinguere la vostra figura di professionista)

Ogni volta che si scrivete dei contenuti per il blog della vostra agenzia immobiliare dovete assicurarsi di rispettare questi punti.blog

È l’unico modo per investire tempo e risorse in un’attività utile a generare nuovi clienti.

Farsi ascoltare con attenzione dal potenziale cliente è infatti un passo decisivo per creare le condizioni migliori per una trattativa di successo.

Senza la sua attenzione, il suo interesse e la sua fiducia ogni pubblicità e ogni genere di attività di comunicazione saranno inutili.

P.S. Il blog è assolutamente VIETATO a chi soffre di manie di persecuzione come:

– se dico questo il cliente farà da solo

– se scrivo questo la concorrenza mi frega l’idea

– se scrivo questo la concorrenza saprà quello che stiamo facendo

– …

Tutte le occasioni in cui sorgono dubbi simili hai la garanzia di trattare un argomento interessante per il tuo potenziale cliente, questo è lo scopo del tuo blog!

*Alessio Beltrami è fondatore di BlogAziendali.com servizio nato nel 2010 e dedicato alla creazione di contenuti e diffusione sui social media per conto di imprese e professionisti.

Sono orgoglioso di essere un Agente Immobiliare

marcello gatto monticoneA seguito del post di qualche giorno fa dal titolo “Il peggior nemico dell’agente immobiliare, ovvero il peggior nemico di se stesso” riceviamo la lettera aperta di Marcello Gatto Monticone che di seguito pubblichiamo.

Gentile Redazione di Blogimmobiliare.com, in un periodo in cui tanti scrivono, con un po’ di presunzione, mi permetto di fare altrettanto… e forse sarò fortunato perché qualcuno leggerà queste mie personali riflessioni sulla nostra professione.

Investire in se stessi, diventare fautori del proprio sviluppo professionale e personale: questa è la sfida più difficile che tutti noi dobbiamo compiere per “vincere” e trasformare la percezione del nostro lavoro.

Dobbiamo capire che per esprimere al meglio le nostre potenzialità occorre un investimento formativo continuo, senza il quale c’è il rischio di perdere la direzione ed il senso del nostro lavoro.

Ricordiamoci che nel servizio offerto c’è sempre “la persona”.

L’agente immobiliare è una persona che lavora con la testa, le mani ed il cuore (comportamenti, emozioni e valori sono alla base del nostro servizio).

Oggi esiste una percezione sbagliata della nostra professione (alle volte del mondo del lavoro in generale), spesso basato su “menzogne collettive”, apparenza (tanta) e luoghi comuni.

Diventa quindi fondamentale cambiare stile ed approccio con la clientela.

L’operatore professionale che oggi decide di “cambiare” è una persona che ha voglia di crescere, acculturarsi ed è consapevole di affrontare un periodo storico particolare.

Si tratta di un processo sicuramente lento, difficoltoso e spesso accompagnato da traumi e delusioni.

Cambiare però non significa interrompere ciò che si è costruito, ma modificare e proseguire.

Tutto ciò che modificheremo nel nostro comportamento, lavoro e metodo, si aggiungerà alla propria storia, esperienza e abilità sul quale l’individuo potrà costruire un nuovo futuro.

Dobbiamo tornare ad essere di nuovo “orgogliosi e soddisfatti” della nostra professione e consci di essere capaci a fare un lavoro (professione) che non tutti sono in grado di fare. Dobbiamo sentirci intimamente di successo, seguendo sempre etica e valori. Dobbiamo sentirci orgogliosi di essere dei “venditori”, intesi come persone capaci di consigliare, seguire, supportare e accompagnare un cliente in tutte le fasi di una compravendita immobiliare, come se fosse il nostro migliore Amico.

Dobbiamo offrire alla nostra professione un ideale, un senso alto del suo essere nella società.

Basta raccontare “balle”!

Basta… essere rappresentato da chi porta “giacca e cravatta”, ma si dimentica a “casa” il cervello e le buone maniere.

Basta…  vedere pseudo colleghi che non si preparano, non ascoltano e non capiscono.

Basta… sentire persone che pensano di essere dei “venditori meravigliosi” perchè hanno un uso smodato della parola.

Basta… essere considerato un “professionista di serie B” perché alcuni colleghi, fanno “terra bruciata” con le loro metodologie di venditori d’assalto.

Basta… vedere consulenti e/o formatori del settore, che non hanno mai fatto una vendita immobiliare e non sono mai stati sul “campo”.

Basta… trovare colleghi che si vergognano di presentarsi come “agenti immobiliari” perchè considerata categoria in fase di estinzione.

Potrei andare avanti all’infinito con questo tipo di affermazioni, ma chi sta leggendo e fa questa professione, sa di cosa sto parlando.

Chi è Professionista deve allontanarsi da certi comportamenti stereotipati e allontanare coloro che alterano la percezione del nostro lavoro.

Le problematiche che affliggono la professione di un “agente immobiliare” sono sempre le stesse, fra miti, leggende, storie, numeri, passioni e “paranoie”.

Sono migliorati e accresciuti (infinitamente) gli strumenti, i mezzi di comunicazione, la tecnologia, le informazioni a nostra disposizione. Dati cresciuti in termini di quantità e qualità.

Ma l’approccio fra le persone, le spinte emotive, le angoscie, gli entusiasmi, i tentativi per “farcela”, le sconforto, le ripartenze sono sempre le stesse.

Le persone che fanno questa professione hanno una propensione e forse anche una vocazione allo scambio, all’esplorazione, alla negoziazione, alla ricerca del “nuovo” e con il loro agire questa gente condiziona lo sviluppo quotidiano dell’economia, della società e della cultura.

Chi esercita questa professione con dignità, serietà, onestà e trasparenza crea benefici non solo per sé stesso, ma anche per la collettività.

Sono troppe le persone ( e anche colleghi ) che in Italia si arrendono e perdono ogni giorno la forza di reagire.

Coloro che hanno qualcosa da insegnare, insegnino. Coloro che hanno qualcosa da imparare, imparino. Aiutarsi, non vuol dire solo condividere immobili, vuol dire condividere conoscenze ed esperienze. Tutti possono imparare dal prossimo.

Qualcuno dirà che sono appunti utopici, ma io sono un inguaribile ottimista e anche dove non c’è speranza cerco una soluzione.

Marcello Gatto Monticone

agente immobiliare ADP Agency Desenzano del Garda

Fondatore Link Re Real Estate Open Lab

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: