Archivi Blog

La reputazione immobiliare, on-line e off-line

E’ Agosto 2011. Molti di voi pensano alle ferie e a ritrovare energie, qualcun altro sfrutta questo mese per intercettare una massa di clienti che approfitta di questo periodo dell’anno per dedicarsi alla definizione di un’esigenza immobiliare, ma tutti in fondo in questo periodo tracciamo un bilancio. Tra le voci di questo bilancio una risposta si annida: cosa pensa il mercato di me.

Per questo motivo in questo post affronto un argomento che potrebbe diventare un “gioco” da fare in questi giorni dove magari si ha un pò di tempo da dedicare. Conoscere la nostra reputazione.

Nell’immediato ci troveremo ad affrontare il web 3.0, figlio legittimo di quanto fino ad oggi tutti noi abbiamo interagito con Internet attraverso blog, forum, social network, siti, portali eccetera, senza preoccuparci più di tanto del fatto che il web non dimentica, proprio come i clienti.

Arriva il momento in cui dovremmo fare i conti con la nostra brand reputation .

Ognuno di noi è brand, marchio, non pensiamo che ciò sia di interesse solo per le grandi aziende. Questo blog (verifica ricercando con Google notizie in merito all’art. 1755), ad esempio, fa brand con una reputazione che possiamo semplificare nel suo page rank di Google, e di conseguenza nel numero di volte che appare a seguito di una ricerca che effettuiamo con qualsiasi search engine, e, ovviamente nella qualità dei contenuti che offre.

Anche io sono brand (ricerca su Google Andrea Russo immobiliare), e di me ciascuno di voi può sapere quello che vuole, ma soprattutto ciò che io, volontariamente o no, ho reso noto attraverso la mia interazione con il web.

Internet è fatto di informazioni, e più carichiamo di contenuti il nostro brand, meglio etichettiamo il nostro profilo (i famosi tags), migliore sarà la nostra brand reputation.

Questo potrebbe essere il gioco. Avete mai provato a gugolarvi, ovvero a ricercare voi o la vostra attività attraverso Google?

Se la risposta è si, allora avete chiaro cosa il web (inteso come soggetto attivo) pensa di voi. Se invece non lo avete mai fatto, Agosto potrebbe essere il momento ideale per fare questo gioco.

Fin qui ho parlato di quanto accade on-line. La riflessione di oggi, però, non può limitarsi al solo web, perché ciascuno di noi ha una  reputazione off-line, ovvero quella che ci costruiamo ogni giorno vivendo e operando, confrontandoci e incontrando i clienti, prendendo un caffè al bar o fumando una sigaretta fuori dall’ufficio, e via così. Quello che di noi pensa la gente, non può e non deve vederci indifferenti, anche se conosco molti che dicono bellamente di non preoccuparsene. Di norma, chi dice di non prestare attenzione all’opinione del mercato, da risposte del tipo: a me interessa solo che il cliente paghi, io sono sicuro del fatto mio, la gente parla male di tutti, e via con questo tenore. Siamo proprio certi che sia così? Qualcosa di vero c’è in queste considerazioni un pò spocchiose, ma è davvero tanto difficile coniugare il guadagno alla soddisfazione del cliente, o più semplicemente, ad un approccio migliore al prossimo, in modo da lasciare se non proprio un ricordo positivo quanto meno uno non negativo? Io ritengo importante curare la propria immagine, anche perché costa meno fatica che non farlo.

Tutti sanno tutto di tutti, e ognuno conosce dell’altro ciò che ciascuno fa sapere in giro di sé. Non di rado c’è chi preferisce non apparire, ed evita di esporsi, lasciando così agli altri la possibilità di costruirgli un profilo pubblico che difficilmente sarà veritiero, e soprattutto degno di lode.

Reputazione. Politici, uomini d’affari, gente dello spettacolo, tutti soggetti che stanno molto attenti all’opinione pubblica e su questa fondano il loro successo. Perché troppo spesso gli agenti immobiliari non se ne preoccupano? Il web è pieno di commenti e giudizi negativi sulla nostra categoria, spesso dovuti a disservizi e scarsa attenzione ai messaggi che veicoliamo. Troppi clienti si dicono scontenti, e poco si fa per migliorare la percezione reale del valore del nostro servizio. Il massimo che riusciamo a fare è dirci indignati e reclamare rispetto.  A mio parere, non basta.

P.s. Invito voi tutti a fare questa prova, confrontate ciò che pensate di voi (onestamente) con ciò che di voi pensa il web (non mente, e non ha pregiudizi), specchio della società attiva, magari la prossima volta non sottovaluterete l’opinione di un passante.

Andrea Russo

Annunci

Agente immobiliare corretto e professionale cercasi

Chi cerca o vende casa spesso decide di rivolgersi all’assistenza di un’agenzia immobiliare. Nella Provincia di Monza e Brianza sono centinaia e centinaia le persone che esercitano questa attività in grandi franchising o singole agenzie più o meno grandi. Quali i consigli per il consumatore che deve orientarsi e per l’agente immobiliare che deve distinguersi per professionalità?

Per prima cosa il “vero” agente immobiliare è regolarmente iscritto al relativo ruolo presso la Camera di Commercio ed è in grado di esibire il relativo tesserino di iscrizione, inoltre ha stipulato una polizza a copertura dei rischi professionali e a tutela dei clienti (per verificare l’iscrizione dei singoli agenti è disponibile un servizio di consultazione degli Albi e Ruoli presso la Camera di Commercio di Monza e Brianza, Monza, Piazza Cambiaghi 9, tel. 039.28071, emailalbi@mb.camcom.it ).

Secondariamente il vero professionista sarà attento a reperire e consegnare al cliente la documentazione inerente la proprietà e la regolarità dell’immobile in vendita ovvero le planimetrie catastali, le visure ipotecarie, la copia del rogito precedente o dell’atto di donazione con cui è stato acquistato, il certificato di conformità degli impianti, l’estratto conto condominiale e così via.

Tutti i formulari utilizzati dagli agenti (incarico di mediazione, proposta d’acquisto) inoltre dovranno rispettare le linee guida di chiarezza e trasparenza dettate dalla Camera di Commercio (cfr.http://www.mb.camcom.it/upload/file/419/209740/FILENAME/linee-guida-dep-formulari.pdf), che in caso contrario avrà potere di irrogare sanzioni disciplinari, oltre che di agire giudizialmente nei confronti di quegli agenti che hanno inserito nei loro formulari condizioni c.d. abusive onde ottenerne l’inibizione.

Com’è noto l’importo della provvigione non è predeterminato dalla legge e l’unico riferimento è dato dagli usi delle Camere di Commercio, oltre che naturalmente dall’accordo delle parti. Per tali ragioni è previsto che l’agente indichi nel contratto l’entità della provvigione dovuta, ciò anche per evitare il comportamento assolutamente poco professionale, di chi chiede una provvigione più alta nel caso in cui l’immobile venga venduto ad un prezzo differente a quello preventivato. Nel contratto, inoltre, dovrà essere indicato l’importo delle eventuali spese che debbono essere corrisposte dal cliente in caso di mancata conclusione dell’affare.

Mentre chi cerca casa può rivolgersi a diverse agenzie e visitare gli appartamenti proposti senza alcun impegno, chi vende dovrà scegliere se affidare l’incarico al mediatore con o senza esclusiva. In quest’ultimo caso, il venditore potrà affidare l’incarico ad altri mediatori ed adoperarsi egli stesso per la vendita. Il c.d. mandato a vendere deve essere conferito per iscritto.

Infine, è bene ricordare che il mediatore ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti, quando l’affare viene concluso per effetto del suo intervento (art. 1755 c.c.). Quindi, quando acquirente e venditore decidono di “scavalcare” il mediatore per risparmiare sulla provvigione, non fanno venir meno il diritto dell’agente al pagamento di quanto di sua competenza.

Chi desidera maggiori informazioni sull’attività di agente immobiliare potrà visitare i siti della Camera di Commercio di Monza e Brianza http://www.mb.camcom.it e delle associazioni di categoria http://www.fimaa.it o http://www.fiaip.it per citarne alcune; chi ha invece dei quesiti potrà contattare la redazione di Mbnews oppure scrivermi all’indirizzo email info@studiolegalemonza.it

Autore: Avv. Antonella Cavaiuolo

Fonte: Mbnews.it

http://www.mbnews.it/cavaiuolo/11671-agente-immobiliare-corretto-e-professionale-cercasi.html

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: