Archivi Blog

Prezzi in affitto in leggero aumento in Italia

La sottile variazione che fa la differenza. Prezzi degli affitti in aumento nell’ultimo trimestre

Siamo ormai abituati a sentire notizie che ci informano degli aumenti dei costi della vita ed anche per questo mese non potremo dire il contrario, per quanto riguarda il canone d’affitto. Gli importi delle mensilità crescono, se pur molto lentamente, e sempre più frequenti sono i casi di morosità.

Il team di Mioaffitto.it, portale che da anni si occupa di immobili in locazione, ha registrato una generale se pur lieve crescita dei prezzi nell’ultimo trimestre, si parla dello 0,7%.

Rispetto agli ultimi sei mesi la variazione rimane sulla stessa linea (0,8%) mentre rispetto al 2013 vivere in affitto in Italia costa 2,8% in più.

Si pensi che solo in un mese, ovvero da febbraio a marzo, gli importi sono aumentati dell’ 1,2%.

Al mese di marzo 2014 risulta infatti che il prezzo medio di una mensiltà per l’affitto di una casa in Italia vale 786 euro, 5 euro in più rispetto a gennaio.

A Milano, città più cara dello Stivale, un inquilino paga 0,9% in più rispetto al primo mese di quest’anno: la cifra si aggira attorno ai 1838 euro, quasi il 7% rispetto all’aprile 2013.

Roma invece non ha visto particolari cambiamenti dei prezzi, abbiamo infatti osservato che la crescita annuale è stata solo dell’ 1,4% e rispetto al trimestre dello 0,4%.

Firenze è una delle poche città italiane in cui il prezzo è lievemente diminuito nel corso degli ultimi 3 mesi. La percentuale non è molto significativa (0,2%) ma è comunque un segnale che questo sia un buon momento per affittare casa nel capoluogo toscano.

Stessa cosa accade in Liguria. A Genova, affittare un appartamento costerà circa 822 euro, -0,2% rispetto al mese di gennaio ed il 3,7% in meno se confrontato con il 2013.

Treviso è la città veneta più cara, addirittura meno economica di Venezia (ma solo di pochi euro). Chi desidera prendere casa in affitto in questa città dovrà tenere in conto che la media dei prezzi si aggira attorno agli 871 euro mensili, circa lo 0,7% se paragonato all’inizio dell’anno e lo 0,4% in più rispetto a 12 mesi fa.

La Sicilia rimane in fondo alla classifica e si conferma la regione più economica dal punto di vista dei prezzi delle locazioni. Ragusa, siconferma essere la città meno cara d’Italia: 398 euro per un mese di affitto, circa lo 0,6% rispetto a gennaio.

In questa pagina troverai i prezzi degli affitti, in tutte le città e le province italiane, potrai inoltre scoprire le variazioni annuali, semestrali e trimestrali dei canoni di locazione.

Chi siamo?

Mioaffitto.it è un portale online specializzato nell’affitto di abitazioni per lungo periodo che raccoglie oltre 150 mila annunci di immobili in affitto in tutta Italia.

 

 

Annunci

Come migliorare l’efficienza energetica di una casa

 

casa_risparmio

Da qualche tempo è diventato obbligatorio allegare ai contratti di compravendita e di affitto di la documentazione relativa alla certificazione energetica dell’edificio. I consumi entrano quindi ufficialmente tra quei fattori che possono determinare i valori di un immobile e dunque la classe energetica di una casa diventa un fattore molto importante.
Inoltre, ridurre i consumi energetici di un’abitazione, non è importante solo nel caso in cui la si voglia vendere o affittare: abbassare i consumi energetici di una casa significa ridurre sensibilmente le bollette ed agire in maniera sostenibile preservando l’ambiente.

Cercheremo dunque in questo articolo di fornirvi diversi consigli per aumentare l’efficienza energetica della vostre abitazioni e trasformarli in case a risparmio energetico. Alcuni sono piccoli accorgimenti che non costano nulla, ma che permettono di risparmiare energia, altri invece sono dei veri e propri interventi di ristrutturazione i cui costi saranno però ammortizzati nel giro di poco tempo attraverso il risparmio che sarà possibile ottenere sulle bollette.

Alcuni piccoli gesti possono però fare la differenza ed aiutarvi a risparmiare energia e denaro.
Tra gli accorgimenti più banali quello di spegnere sempre la luce quando si lascia una stanza o di usare la lavatrice e la lavastoviglie con i programmi a risparmio energetico.
Altri espedienti, forse meno ovvi, per risparmiare energia possono essere quelli di pulire almeno una volta all’anno i radiatori del frigorifero, controllare spesso e se necessario riparare rubinetti e sciacquoni perdenti (un rubinetto che gocciola può sembrare una cosa innocua, ma invece può causare una perdita d’acqua fino a 2000 litri l’anno, ed uno sciacquone difettoso può sprecare addirittura 6 litri d’acqua l’ora!), installare un cronotermostato per il radiatore in inverno oppure fissare manualmente la temperatura dell’apparecchio sui 20° per il giorno e 12° per notte.

Gli interventi che invece comportano una spesa, e che sono ovviamente più efficaci e risolutivi, sono diversi:
L’installazione di una caldaia a condensazione comporta un 30% in meno dei consumi risèpetto a una caldaia a gas, che qualora fosse malfunzionante consumerebbe un ulteriore 20% in più.
Un altro aspetto necessario per il risparmio energetico è quello di ottenre l’isolamento termico dell’abitazione: per fare questo dobbiamo concentrarci sulle fonti di dispersione del calore e del fresco. Per quel che concerne la dispersione termica causata dalla cattiva tenuta di Porte e Finestre (circa il 30%) sarà necessario sostituire gli infissi di porte e finestre e, qualora si voglia, installare finestre termoisolanti.
Più complessa la situazione per quello che concerne la causa maggiore della dispersione termica: infatti circa il 70% del freddo e del caldo passano attraverso tetti, solai e muri.
Una soluzione è quella di isolare internamente l’edificio attraverso l’installazione di un materiale isolante all’interno dell’abitazione. Si possono inbltre iniettare diversi materiali isolanti nelle intercapedini dei muri.
Sarà poi ottimale eseguire anche un intervento d’isolamento esterno, che è chiamato a cappotto; per isolare un edifico dall’esterno si applica ai muri esterni un rivestimento termoisolante, che cingerà l’abitazione come un cappotto.
Fondamentale è infine l’isolamento del tetto, poiché questo è il maggior responsabile in assoluto delle dispersione termiche. Bisognerà quindi fare dei lavori che riescano a trattenere il calore d’inverno, ma che evitino l’estate l’eccessiva irradiazione ed il conseguente surriscaldamento della casa.

Questi i nostri consigli per aumentare l’efficienza energetica della vostra abitazione, perché una casa che consuma poco fa spendere poco e rispetta l’ambiente!

Mini Guida per trovare casa in affitto

Cercare una casa in affitto, si sa, non è cosa da poco. Bisogna disporre di molta pazienza e non ci si deve abbattere quando si visitano case che proprio non ci convincono.

In mioaffitto.it ci occupiamo di affitti di immobili residenziali e ci consideriamo dei veri professionisti del settore, per questo abbiamo appena scritto una pratica guida su come trovare casa in affitto.

Mini Guida per trovare casa in affitto

L’obiettivo principale, quando si cerca casa è risparmiare tempo, energie ed indirizzarsi verso la strada più rapida e più diretta per trovare subito la casa che si sta cercando, senza frustrazioni.

Quali sono gli elementi a cui prestare attenzione quando si visita una casa? Oltre al lato estetico, perchè si sa, anche l’occhio vuole la sua parte, è giusto focalizzare la nostra attenzione su aspetti più pratici come le tubature e gli impianti elettrici. Fate attenzione anche ai muri e controllate bene che non ci sia muffa!

Una volta scelta la casa, se si vuole contrattare con il proprietario il prezzo dell’affitto è bene informarsi sulle necessità economiche del proprietario di casa: se, si ha a che fare con un privato che usa i soldi per poter pagare le rate del proprio mutuo, ci sarà più interesse ad ascoltare le vostre richieste.

Sono da preferire gli affitti da privati o è meglio affidarsi alle agenzie immobiliari? Ovviamente esistono i pro ed i contro in ogni caso.

Non c’è cosa peggiore del pentirsi dopo avere firmato un contratto, non credete? Per evitare questi spiacevoli inconvenienti ci sono aspetti dell’ immobile e del contesto in cui s’inserisce a cui bisogna dare la giusta importanza, come ad esempio il vicinato (da non sottovalutare mai!).

Destreggiarsi poi tra i vari contratti di affitto non è semplice per chi non se ne intende ed occorre sapere cosa si sta accettando prima di apporre il consenso su un documento.

Ricordate che la ricerca della casa deve essere un’esperienza serena e non un incubo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: