Archivi Blog

Rent to buy. Proviamo a fare chiarezza.

Evento-Trani-Rent-to-Buy-affitto-riscattoDa anni in Italia si parla di rent to buy come formula vincente per perfezionare determinati acquisti immobiliari. I vantaggi sono tanti, dalla possibilità di spalmare l’acquisto in più anni, a quello di creare una reputazione da poter utilizzare per l’accesso al credito, o l’occasione di mettere sul mercato immobili nuovi che non si riescono a vendere. Ne ho parlato con Andrea Russo (non io eh, ma il mio famoso omonimo…), ed ecco come la vede lui da esperto della materia.

Leggi il resto di questa voce

Caro agente immobiliare… (senza it)

immagini-buon-anno-2016… eccoci ai titoli di coda di un scintillante anno 2015. Anno in cui si è parlato più di ripresa e meno di crisi, più di MLS e meno di clienti, più di premi e meno di meriti, più di formatori che di standard qualitativi. A poche ore dal 2016 condivido con voi alcune riflessioni che da alcune settimane tengo in un cassetto (uno a caso).
Leggi il resto di questa voce

Nuova ricerca sull’immobiliare britannico del futuro

Ernst & Young LLC sostiene che a partire dal prossimo anno il mercato immobiliare dell’intero Regno Unito dovrebbe avviare la propria lunga fase di ripresa. A fungere da importante stimolo per il nuovo trend che intraprenderà l’immobiliare d’oltremanica dovrebbe essere principalmente il mantenimento di un buon livello dei tassi di interesse, e un progressivo allargamento delle maglie creditizie da parte degli istituti di credito dell’area.

I prezzi delle proprietà immobiliari della zona dovrebbero tuttavia proseguire nel loro declino anche nel primo semestre del 2010; dopo questa fase, i valori dovrebbero rimanere stabili per circa due anni, precisa la società che ha condotto la ricerca.

Ernst & Young ricorda inoltre come, in ogni caso, i
valori delle proprietà immobiliari del Regno Unito non torneranno ai livelli massimi conosciuti durante il 2007 almeno per altri cinque anni.

Al fine di aumentare l’offerta del settore e contenere i prezzi, il governo ha recentemente auspicato la creazione di
altre 240.000 case per anno entro il 2016, per un programma che dovrebbe dare importante stimolo all’industria delle costruzioni.

Nel 2009 il numero dei nuovi appartamenti realizzati dovrebbe invece rimanere al di sotto della quota delle 175.000 unità.

Fonte: Vostrisoldi.it

http://mutui.vostrisoldi.it/articolo/nuova-ricerca-sull-immobiliare-britannico-del-futuro/2201/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: