Legge di Stabilità 2015: tutte le novità nel settore immobiliare

legge-stabilitaLa Legge di Stabilità 2015 è stata approvata nel mese di dicembre, tra le numerose novità introdotte, alcune riguardano il settore immobiliare.

Non è previsto alcun aumento delle imposte sulla casa, sono prorogate fino al 31 dicembre 2015 le detrazioni che riguardano gli interventi di ristrutturazione e le detrazioni Irpef per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, così come gli ecobonus.

No alla Local Tax

Sembra per ora accantonata l’idea di unire Imu e Tasi; si continueranno, perciò, a pagare Imu Tasi e Tari. La Tasi resta “bloccata” per tutti il 2015 al tetto massimo del 2,5 per mille fino al quale i comuni possono aumentare l’imposizione fiscale sulla prima casa, con un aumento extra limitato allo 0,8 per mille (quindi in totale 3,3 per mille) che scongiura quindi l’iniziale intenzione di innalzare la tassa fino al 6 per mille.

Interventi di ristrutturazione

Fino al 31 dicembre 2015 viene confermata la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie, fino ad un massimo di 96 mila euro. La stessa detrazione vale anche per le abitazioni all’interno di fabbricati ristrutturati da imprese, a patto però che queste le assegnino o le vendano entro 18 mesi. Nel 2016, tali detrazioni, scenderanno dal 50 al 36 %.

Sempre in ambito ristrutturazioni, sarà possibile usufruire anche di detrazioni Irpef del 50% per l’acquisto di elettrodomestici e mobili, per un totale massimo di 10 mila euro di spesa.

Ecobonus del 65%

La detrazione del 65% per la riqualificazione energetica viene prorogata ugualmente fino al 31 dicembre 2015 ed è estesa anche all’installazione di schermature solari, come tende e chiusure oscuranti, fino a 60 mila euro e ad impianti di climatizzazione invernale, alimentati da biomasse combustibili. Per quest’ultima categoria di interventi, la spesa massima agevolabile ammonta però a 30 mila euro.

E’ prorogata allo stesso modo anche la detrazione antisismica del 65%, per interventi di messa in sicurezza di abitazioni (prime case o edifici industriali), situate in zone ad alta gravità sismica, per un massimale di spesa di 96 mila euro.

Marzia Iorio

Annunci

Pubblicato il 2 febbraio 2015, in Legislazione con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. La Legge di Stabilità 2015 non ha inserito rispetto al 2014 tasse in più, ed ha confermato come descritto nell’articolo le detrazioni.
    L’unica sorpresa potrebbe arrivare dalle addizionali irpef regionali/comunali e dagli aumenti IMU TASI E TARI, ma la domanda che devono farsi tutti i cittadini è :
    “Perché invece occuparsi di ridurre gli sprechi ed ottimizzare i servizi risolvono aumentano le entrate con le tasse?”

  1. Pingback: Legge di Stabilità 2015: tutte le novità nel settore immobiliare | Casa in affitto

Siamo interessanti al tuo parere. Tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: