Le novità introdotte dal Decreto Sblocca Italia per l’acquisto di una casa

sblocca-italia-detrazione-irpefCon il decreto Sblocca Italia sono state introdotte delle agevolazioni per coloro che decidono di acquistare una casa, da destinare all’affitto per almeno 8 anni.


L’articolo 21 offre una deduzione dall’Irpef del 20% rispetto al prezzo pagato per l’immobile, per una deduzione complessiva che non può superare i 60.000 euro.

Naturalmente questa deduzione non si può sommare alle agevolazioni destinate alla prima casa.

Quali sono le condizioni per poter usufruire della deduzione

  • l’immobile deve essere destinato entro sei mesi dall’acquisto, o dalla fine dei lavori, alla locazione per almeno otto anni con contratto di affitto a canone concordato;
  • nel caso il contratto di affitto si risolva prima degli otto anni, il diritto alla deduzione non decade se viene stipulato un nuovo accordo entro massimo un anno dalla risoluzione del precedente contratto;
  • l’unità immobiliare non deve rientrare nelle categorie catastali A/1 A/8 A/9;
  • l’unità immobiliare non deve essere ubicata nelle zone di carattere artistico, storico, o destinate a nuovi insediamenti industriali…
  • l’abitazione deve essere certificata in classe energetica A o B;
  • non devono sussistere rapporti di parentela di primo grado tra locatore e locatario;

A chi si rivolge l’agevolazione

  • Per tutti gli acquisti di unità immobiliare residenziale, di nuova costruzione, oppure oggetto di ristrutturazione, cedute da imprese di ristrutturazione di immobili o da cooperative edilizie,  dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2017;
  • a persona fisica, non esercente attività commerciale, a fronte di una spesa massima di 300.000 euro. Lo stesso vale anche per coloro che sostengono le spese per un immobile a destinazione residenziale su aree edificabili, già detenute dal contribuente prima dell’inizio dei lavori, o sulle quali già sono riconosciuti dei diritti di edificazione.

L’agevolazione viene ripartita in otto quote annuali, tutte di eguale importo, con inizio dal periodo in cui avviene la stipula del contratto d’affitto. Inoltre è bene ricordare che non può essere cumulabile con altre iniziative di deduzione per le stesse spese.

Marzia Iorio

Annunci

Pubblicato il 14 gennaio 2015, in guest post, Legislazione con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Siamo interessanti al tuo parere. Tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: