Case, i prezzi scendono ancora

Tecnocasa: la ripresa è vicina

Nei primi sei mesi dell’anno i prezzi delle case sono scesi ancora, ma per il mercato immobiliare la svolta sembra vicina. Nonostante il mercato sia ancora rallentato, si avvertono già i primi segnali di ripresa della fiducia e di ritorno alla normalità. Secondo le ultime stime, nel 2010 ci sarà ancora una flessione, anche se più lieve, mentre la stabilizzazione delle quotazioni avverrà nel 2011. E’ quanto emerge da una indagine svolta dal gruppo Tecnocasa.

Numeri alla mano, nel primo semestre nei capoluoghi di provincia i prezzi sono calati in media del 2,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con una riduzione più lieve nelle grandi città (-2,7%) e nell’hinterland delle metropoli (-2,3%).

Tra le città maggiori, il calo più ampio è stato registrato a Napoli con il 3,8%. A seguire Bologna (-3,1%) e Genova (-3,1%). Roma registra una diminuzione del 2,8%, Milano dell’1,7%. A perdere valore sono soprattutto le abitazioni periferiche, mentre restano sostanzialmente stabili i prezzi in centro città. Nell’hinterland, invece, è il bolognese a registrare il ribasso maggiore sui prezzi degli immobili, pari al 4%. Seguono quello fiorentino (-2,8%) e quello milanese (-2,7%).

Si allungano ancora i tempi della compravendita. E per gli acquirenti l’aspetto più importante rimane il prezzo dell’immobile: si preferisce così una casa ristrutturata o di nuova costruzione a una usata, dando più importanza al rapporto prezzo/qualità.

A comprare sono soprattutto persone tra i 18 e i 44 anni (71,5% del totale), spesso lavoratori dipendenti (64,5%) e in cerca di prima casa o casa di sostituzione (77,9% delle compravendite del semestre).

A luglio gli italiani in cerca di casa hanno preferito la tipologia del trilocale, con il 36,3% delle preferenze. A seguire il bilocale con il 28,2% delle richieste e il quattro locali con il 21,8%. A Milano, Napoli e Roma la maggioranza della domanda si concentra invece sui bilocali. Nelle altre grandi città si registra un aumento della concentrazione della domanda sui trilocali dal momento che chi può, alla luce della diminuzione dei prezzi, prova ad acquistare un taglio più grande.

Fonte: Tgcom.it

http://www.tgcom.mediaset.it/economia/articoli/articolo460532.shtml

Annunci

Pubblicato il 18 settembre 2009, in Immobiliare con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. per tutti coloro che vogliono documentarsi sulla più grande bolla immobiliare degli ultimi 80 anni cliccare qui:
    Bolla immobiliare

Siamo interessanti al tuo parere. Tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: